Feelings

Una quantità nota di pigmento puro è stata dispersa in una resina. La resina pigmentata, è stata fatta gocciolare casualmente all’interno dell’ovale disegnato in ogni “tavola”. Quando il materiale era ancora fresco, la tela è stata piegata a metà ed è stata applicata una pressione per far espandere il colore. Quello che appare una volta aperta, risulta essere una macchia del tutto casuale. La stessa operazione è stata fatta per tutte le altre 12 tavole che compongono l’opera. La composizione è ispirata alle lastre di risonanza magnetica eseguite sul cervello umano. In particolar modo al monitoraggio dell’attivazione di particolari zone celebrali in relazione alle emozioni elementari quali rabbia, tristezza, amore, senso di colpa e dolore. Il cervello umano è l’organo del sistema nervoso più evoluto nel regno animale, pertanto la più importante, e ci distingue per la coscienza. Ogni macchia possiede una propria forma. Ogni forma rappresenta uno stato diverso.