Love

“LOVE”pannello in plexiglass, resina, pigmenti, luce a led. 93x93cm 2017Una quantità nota di resina e pigmento nero è stata messa su una lastra in plexiglass trasparente (15x15cm). La stessa quantità, ma di colore diverso (pigmento bianco), è stata versata in un'altra lastra in plexiglass trasparente. Le due lastre sono state poi unite e si è formata una singola macchia composta da due colori diversi uniti in maniera disomogenea. Questa unione ha dato vita ad una nuova macchia. Sono stati replicate 25 lastre con lo stesso metodo. Le 25 lastre sono state assemblate in un pannello in plexiglas retroilluminato con luce a led temporizzata. Infinite possibilità di incontri tra individui diversi destinati a fondersi più o meno fino a formare una macchia spontanea ognuna simile ma diversa dall’altra. Vengono esposte e sezionate da una lastra trasparente. Si crea, un contrasto tra l’immagine definita delle macchie che simboleggiano un sentimento reale e unico come l’amore, e l’esperienza digitale data dal pannello retroilluminato a led. La luce artificiale fa perdere contrasto e identità alle macchie. La tendenza sempre più comune alla standardizzazione nel mondo digitale. Come teorizzato dal filoso Zygmut Bauman si instaura un processo di omologazione nei rapporti tra individui dovuto a usi e consuetudini dettati dai nuovi modelli culturali.