DAB Design per Artshop e Bookshop all'Istituto Italiano di Cultura di Budapest

 

MINISTERO DEI BENI E DELLE ATTIVITA' CULTURALI E DEL TURISMO
Direzione Generale per la valorizzazione del patrimonio culturale
Direzione Generale per il paesaggio, le belle arti, l'architettura e l'arte contemporanee
promosso da
GAI - ASSOCIAZIONE per il Circuito dei Giovani Artisti Italiani

e realizzato da
COMUNE DI MODENA - Giovani d'Arte

in collaborazione con
ISTITUTO ITALIANO DI CULTURA di Budapest

 

 

COMUNICATO STAMPA

DAB Design per Artshop e Bookshop all'Istituto Italiano di Cultura di BUDAPEST

Dopo aver fatto tappa al MEF, Museo casa Enzo Ferrari di Modena e al MAXXI, Museo nazionale delle arti del XXI secolo di Roma la IV edizione della Mostra DAB Design per Artshop e Bookshop inaugura Giovedì 6 febbraio 2014, alle ore 18.00 alla presenza di S. E. l'Ambasciatore d'Italia Maria Assunta Accili, presso la Galleria Xenia dell'Istituto Italiano di Cultura di Budapest.

L'esposizione, frutto dell'omonimo concorso nazionale di design, da quest'anno a cadenza annuale, è promossa da GAI - Associazione per il Circuito dei Giovani Artisti Italiani e realizzata dall'Ufficio Giovani d'Arte del Comune di Modena. DAB rientra nella Convenzione Progetto DE.MO. - sostegno al nuovo design e alla mobilità, siglata tra GAI e Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo (MiBACT) - Direzione Generale per il paesaggio, le belle arti, l'architettura e l'arte contemporanee (PaBAAC)/Servizio architettura e arte contemporanee e Direzione Generale per la valorizzazione del patrimonio culturale. La mostra che sarà aperta a ingresso libero fino all'8 marzo, è stata già presentata da settembre 2013 presso DAB4 presenta i prototipi realizzati da 25 designer selezionati dalla Commissione composta da Maria Grazia Bellisario, Direttore del Servizio architettura e arte contemporanee della Direzione Generale PaBAAC, del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo; Luigi Ratclif, Segretario dell'Associazione GAI e Michele Zini, Architetto e Designer dello Studio ZPZ Partners.

Gli espositori, provenienti da tutta Italia, sono: Stefania Bandinu di Bologna, Pietro Baraldi di Casumaro (FE), Alessandra Barbato di Carinaro (CE), Nadia Battaglio di Cumiana (TO), Giulia Bertolin di Marostica (VI), Aurora Biancardi di Modena, Rosario Catrimi di Roma, Giulia Ciuoli di Foligno (PG), Martina Della
Valle
di Firenze, Lisa Di Carlantonio e Caterina Di Paolo di Roseto degli Abruzzi (TE), Diana Dimiddio di Modena, Guido Garotti di Barbiano (RA), Antonio Gramegna di Milano, Claudia Grespi di Pisa, Luca Guglielmi di Collecchio (PR), Matteo Incognito di Roma, Mattia Menegatti di Ferrara, Officina Atipica di
Elena Ascari
di Modena ed Elena Giunta di Milano, Fabiola Pontecorvo di Velletri (RM), Serena Porrati di Robecchetto (MI), Elisa Radice di Arcore (MB), Dario Scotto Di Luzio di Pozzuoli (NA) e Maddalena Vantaggi di Gubbio (PG).
La commissione ha selezionato progetti che rispondessero positivamente a tre requisiti del concorso: appartenenza allo scenario della cultura del progetto contemporaneo; effettiva compatibilità con i museum shop per caratteristiche dell'oggetto, prezzo, mercato; possibilità di essere prodotti in modalità di
autoproduzione o con filiera produttiva non tradizionale. Si è cercato di selezionare anche progetti sviluppati in ambiti di ricerca eterogenea o capaci di proporre nuove tipologie di prodotto, così da avere uno scenario ampio di proposte che desse profondità a una lettura complessiva, in sede di catalogo o di mostra.

La Commissione ha assegnato inoltre, ex-aequo il Premio Speciale MiBACT - Patrimonio culturale a Giulia Ciuoli e a Elisa Radice, premio istituito nel 2011, in occasione della III edizione di DAB, per incentivare la progettazione, da parte dei giovani designer, di oggetti contemporanei, ma liberamente ispirati al vasto
patrimonio culturale ed artistico del nostro paese e per questo collocabili negli spazi commerciali di musei e siti archeologici. Il Premio MiBACT consiste nell'assegnazione ai vincitori di fondi per l'autoproduzione degli oggetti e la promozione degli stessi in importanti vetrine nazionali ed internazionali, come la IV edizione di Open Design Italia, che ha avuto luogo dal 22 al 24 novembre 2013 a Venezia.

DAB, nel corso delle edizioni precedenti, ha riscosso notevoli consensi tra gli addetti ai lavori e ha promosso la realizzazione di diversi eventi pubblici. Si sono realizzate, dal 2006, esposizioni dei prototipi presso la Galleria Civica di Modena, il Palazzo delle Esposizioni di Roma, Castel Sant'Elmo di Napoli, il Macef di Milano e Bologna Licensing Trade Fair alla Fiera di Bologna; le Linee di prodotti DAB sono state presentate alla Triennale di Milano, a Museum Expressions di Parigi e a Open Design Italia a Venezia.

Catalogo digitale e materiali sulle precedenti edizioni di DAB sono pubblicati sul sito di Giovani d'Arte: www.comune.modena.it/gioarte

L'Istituto Italiano di Cultura di Budapest è situato dal 1943, nel centro storico della città, a Pest, sulla riva sinistra del Danubio, in un elegante edificio costruito su progetto del grande architetto ungherese Miklos Ybl nel 1865 e sede del Parlamento magiaro fino al 1902. L’Istituto Italiano di Cultura è un punto di riferimento per quanti vogliono approfondire la loro conoscenza della lingua e della cultura italiana a Budapest; organizza corsi di Italiano, mette a disposizione del pubblico una ricca e varia biblioteca e materiale didattico ed editoriale, promuove, organizza e finanzia una vasta gamma di eventi culturali per rafforzare e ampliare gli scambi culturali tra l’Ungheria e l’Italia, con particolare attenzione alla promozione e valorizzazione degli aspetti più significativi della cultura italiana contemporanea.

DAB - Design per Artshop e Bookshop
6 febbraio – 8 marzo 2014
Galleria Xenia, Istituto Italiano di Cultura di Budapest
Brody Sandor u.8 - 1088 BUDAPEST

Inaugurazione: giovedì 6 febbraio, ore 18.00
Orari: lunedì-giovedì ore 10.00-18.00, venerdì ore 10.00-15.00
Ingresso gratuito
info: Giovani d'Arte, Comune di Modena, tel. 059.2032604giovanidarte [at] comune [dot] modena [dot] it ( giovanidarte [at] comune [dot] modena [dot] it)
Istituto Italiano di cultura di Budapest www.iicbudapest.esteri.it