Elena Ketra Pizzato

Elena Ketra Pizzato

  • ARTI VISIVE
  • DESIGN
  • WEB ART

Nato a: Bassano del Grappa

Vive a: Bassano del Grappa - Vicenza

Età: 40

Sito internet: http://www.ketra.it

Biografia

Elena Pizzato, firma Ketra, è nata a Bassano del Grappa (VI) nel 1979.Laureata all’Accademia di Belle Arti di Venezia, sezione Pittura (110elode/110).

Biografia completa
Attualmente vive e lavora tra Bassano del Grappa e Padova.

 e-mail: ketra [dot] style [at] gmail [dot] com

web-site: www.ketra.it

cell. +39 3477001280

/Mostre collettive /

2010    Invasioni e Terapie, a cura di Anna Zerbaro Pezzin, Palazzo Fogazzaro, Schio (Vi) *

2010    Piel, a cura di M.Pace / D. Knore / S.Rana, Ortobotanix gallery (PD) *

2010    Ricognizione sulla nuova arte in Veneto, a cura di Carolina Lio, Spazio Bazzini, (Mi)

2010    Artslive, premio arte contempornea, a cura di Carolina Lio, varie sedi (galleria Ivonne arte contemporanea, Vi e galleria XX.912.Fabrika, Pd) *

2008    Freiheit, a cura di G. Zanotto e P. Fiorido, Galleria Famiglia Margini,(Mi)

2008    Lab, a cura di Ximenes Newton Junior/Pietro Gasparotto, Galleria The X Collection/Piccola Galleria, Asolo (TV)

2007    Kunst10daagse, a cura di Stichting Artes, Red Stamp Art Gallery, Amsterdam (NL)

2007    Carmilla, a cura di C. Zanotto e S. Arata, Red Stamp art Gallery, Amsterdam

2007    Blackmail, a cura di C. Zanotto e S. Arata,Red Stamp art Gallery, Amsterdam *

2006    Aperitivo d’artista, a cura di M. Peretti, Studio Giga Gallery, Roma

2006    LiteContemporanea, a cura di Sarah Silver, Spazio Industriale, Scurelle (TN) *

2006    Spazi uniti, a cura di Elena Bentini e Elisamaria Bressan, Spazio Fondair, Montebelluna (TV)

2006    Itinera 2006, a cura di L. Mazzocca, Villa Menin, Campodarsego (PD)

2006    Il Femminile, a cura di L. Mazzocca, Galleria Art&Media, Castelfranco Veneto (TV) *

2006    Arte Bassano, a cura di Pietro Gasparotto, Piccola Galleria d’arte contemporanea, Bassano (VI) *

2005    Luoghi, corpi: artisti selezionati dall’Accademia di Belle Arti di Ve, a cura di Maurizio Martelli e Luca Bendini, Bassano (VI) *

2003    Pittura b, a cura di Maurizio Martelli e Luca Bendini, Accademia di Belle Arti di Venezia (VE) *

2003    Arte e giovani artisti, a cura di Eugenio Comencini, Riccardo Caldura, Paolo Berlasso, Universiadi invernali Tarvisio, Palazzo della Ragione (PN) *

2002    Nel caos, Centro Musica, Trento

2002    Chi c’è c’è…, a cura di Maurizio Martelli e Luca Bendini, Accademia di Belle Arti di Venezia (VE)

2001    Fuori Campo, a cura di Maurizio Martelli e Luca Bendini, Cassa di Risparmio di Venezia

2001    Cogliere un invito, a cura di Maurizio Martelli e Luca Bendini, Accademia di Belle Arti di Venezia

/ Mostre personali /

2010    Inhalatex, a cura di M. Pace, Ortobotanix gallery (PD) *

2010    Ketra, a cura di Artway off, BHR Centro Congressi (TV)

2009    Ketra, a cura di Artway e A. Federici, Artway Gallery, Treviso *

2007    Skinky, a cura di C. Zanotto e S. Arata, Red Stamp Art Gallery, Amsterdam *

2007    Art Room, Stanza d’artista a cura di Christian Zanotto e Sonia Arata, Winston Hotel, Amsterdam

2005    Ketra sadoCHIC, atelier e showroom di design “Le chic” (TV)

2004    Versus, a cura di D. Fontana, Galerie G&C, Carouge (Ginevra)

2003    Eyes Wide Shut (private event)”, a cura di Sergio&Thao Mandelli Gallery (MI)

 / Fiere /

2007    KunStart 07 - Bolzano

* catalogo

La poetica del bustino: costrizione e eleganza. Un semplice bustino ha il potere di modellare il corpo che lo contiene, manipola e ingloba la mole in virtù di un preordinato e ferreo canone di bellezza. Una gabbia di lacci organizza e ordina con disciplina l’incerto, il caotico, l’incontenibile apparente, questa la meccanica base delle mie creazioni. Il concetto di costrizione, legame, nonché coercizione provoca stati emotivi di tensione, e di piacere. Giocare tra uno stato d’essere rischioso quale è la tensione e l’emozione di sentirla sulla pelle sciolta in piacere è la legge che governa l’erotismo ‘noir’. Nelle mie opere ne propongo la stilizzazione monocromatica, giocando tra intro e estroflessione, micro e macro tensioni. Pelle estremamente tesa per trattenere forme stilizzate, curve dal taglio femmineo, sinuose figure imbottite che evocano il corpo, la sua plasticità e sensualità. La geometria organizza e dispone gli elementi dell’opera e l’intransigente rigidità metodica diviene codice per tradurre la disciplina comportamentale di certe liaisons dangereuses. Corpi e corpetti femminili avvolti e lisciati dalla guaina aderente su cui mi diverto “ricamare” scansioni di borchie e chiodi, non senza allacciare ironici lacci e laccetti, intrecci e intrighi…

----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

 Introflessioni ed estroflessioni, il dentro e il fuori, la tela che diventa scultura. C’è il "respiro" e il movimento delle opere di Enrico Castellani e Agostino Bonalumi nei lavori presentati da questa artista. Italia, anni ’60. Quell’idea di una pittura a tre dimensioni è solo la base di partenza. Ciò che Ketra ci costruisce sopra è poi risultato di tante suggestioni diverse: il brivido tattile del movimento Skin two, seconda pelle, cresciuto nella Londra anni ’80 che ha sdoganato il feticismo e che, con l’ideazione di “arnesi” di costrizione in cuoio o pvc, ha reinventato in qualche modo le forme del corpo; il gusto per il gotico, per l’estetica che trae la sua forza dall’ambiguità. E la moda, infine, più terreno inevitabile di confronto che non fonte di ispirazione. Il lavoro di Ketra ha l’ambizione di durare nel tempo, portando avanti un’idea di bellezza - e perché no, di lifestyle - originale, divertita e fortemente allusiva. Daniela Monti