Share:

Invito a candidarsi per OPEN CALL ENGAGE Public School for Social Engagement in Artistic Research

Città: 
Milano
Scadenza: 
11/10/2017


Open Call

 

ENGAGE
Public School for Social Engagement in Artistic Research

bando per operatori socio culturali

 

a cura di Viafarini in collaborazione con Sunugal
VIR Viafarini-in-residence, Viafarini DOCVA Fabbrica del Vapore e altri luogi a Milano
con il Patrocinio di Comune di Milano

si ringrazia l'incubatore FabriQ per la collaborazione


PER CANDIDARSI SCRIVERE A archivio [at] viafarini [dot] org
Oggetto della mail: ENGAGE Public School

 

ENGAGE Public School for Social Engagement in Artistic Research è un programma di formazione e ricerca, a cura di Viafarini con la collaborazione di Sunugal, dove artisti italiani e internazionali di riconosciuta esperienza dialogano con operatori socioculturali locali, durante una settimana di workshop in residenza a Milano tra il 9 e il 20 ottobre.

Si sperimentano modalità innovative di interazione tra la ricerca artistica e la sfera sociale nello spazio cittadino.

ENGAGE cerca 20 operatori e imprenditori socioculturali con base a Milano, in grado di apportare al gruppo di lavoro i bisogni espressi dalle rispettive comunità urbane.

La Public School coinvolge artisti che hanno una reale capacità di sperimentare e produrre impatto nel contesto sociale, come di produrre visioni che abbiano una ripercussione nell'immaginario collettivo; artisti limpegnati nella lettura dei cambiamenti sociali, politici, antropologici ed economico / imprenditoriali.

Gli operatori invitati si confrontano con gli artisti facilitando il dialogo tra gli artisti e le comunità del territorio.

Il workshop è coordinato dal team di Viafarini: Patrizia Brusarosco, PhD Simone Frangi, Giulio Verago, Mihovil Markulin, Giulia Brivio e permette di raccogliere proposte per interventi artistici e di mediazione culturale per la città di Milano, da considerare per un'eventuale produzione nei mesi successivi.

 

Il progetto mira a creare nuove strategie per aumentare la visibilità e intervenire sulle questioni legate al dialogo interculturale e alle dinamiche di esclusione e vulnerabilità sociale nel tessuto urbano quali:
_ gender oppression;
_ razzismo e xenophobia;
_ discriminazione e l'oppressione basata sull'appartenenza religiosa

 

ENGAGE prende la forma della Public School, modello già sperimentato a livello internazionale, basato sull'interazione orizzontale e non gerarchica tra artista, operatore socioculturale e comunità e start up innovative, favorendo la partecipazione delle comunità alla progettazione dei propri spazi e servizi, collaborando nella formazione di relazioni, processi e nuovi saperi, innovazione, solidarietà e crescita sostenibile.
ENGAGE si inquadra nel ruolo dell'artista come driver per l'innovazione sociale e le pratiche socialmente impegnate, in grado di favorire il dialogo, la comprensione e l'inclusione sociale reciproca tra comunità culturali eterogenee a livello europeo.

ENGAGE si avvale della collaborazione di organizzazione per il dialogo interculturale e la cooperazione quali Sunugal (Milano); e di istituzioni europee e internazionali di eccellenza nel campo della formazione interdisciplinare quali – Rijksakademie van beeldende kunsten (Amsterdam), Akademie Schloss Solitude (Stoccarda), Delfina Foundation (Londra), Residency Unlimited (New York City), ISCP International Studio & Curatorial Program (New York City), Futura Projects (Praga), Kooshk Residency (Tehran).

 

Formato:

 

  • 11 - 20 ottobre: workshop con la partecipazione degli artisti selezionati e deigli operatori socioculturali in base alle disponibilità di questi ultimi;
  • Tra ottobre e novembre 2017 gli artisti stendono delle proposte per interventi artistici da realizzarsi a Milano, seguendo i bisogni espressi dalle comunità locali durante il workshop;
  • Tra dicembre 2017 e aprile 2018 ENGAGE valuta la fattibilità della produzione delle diverse proposte ricevute;
  • A maggio 2018 gli interventi e le proposte raccolte rientrano nel progetto espositivo che sarà inaugurato a Milano.

 

 

Per ulteriori informazioni e per candidarsi scrivere a archivio [at] viafarini [dot] org">archivio [at] viafarini [dot] org 

specificando le proprie aree di ricerca e intervento sulla città.
Oggetto della mail: ENGAGE Public School

 

Si ringraziano Giacomo Arturi e Laura Fayoumi per la collaborazione.

La partecipazione a ENGAGE è su selezione e gratuita.

Foto: Maurizio Cattelan, RAUSS, 1991, Galleria Nazionale d'Arte Moderna, Bologna

 

/ / / / / / / / / / / / / / /

 

Chi siamo:

Viafarini è incubatore creativo e hub per le arti visive, attivo a Milano alla Fabbrica del Vapore in rete con altre organizzazioni d’eccellenza a Milano, in Italia e all’estero. Viafarini è stato fondato nel 1991 come organizzazione non profit per la promozione della ricerca artistica, con una gestione basata sulla collaborazione con enti pubblici e privati, quando tale concetto era nuovo per l’Italia. Oggi Viafarini ha rinnovato la propria mission: da incubatore creativo per formare artisti per il sistema dell’arte, si allarga a osservatorio e agenzia finalizzata alla creazione di reti di collaborazione tra ricerca artistica, committenza privata e società civile. Il know how maturato da Viafarini, in termini di servizi di documentazione, consulenza agli artisti, produzione, residenza, formazione, comunicazione ed esposizione viene messo oggi a disposizione per collaborazioni interdisciplinari.

Sunugal è un'associazione socio-culturale nata per iniziativa di un gruppo di cittadini stranieri, in gran parte senegalesi, e italiani, con l’obiettivo di favorire iniziative di scambio tra i due paesi; è quindi un soggetto che “agisce” tanto in Africa, quanto in Italia, e funge da rete di collegamento tra gli immigrati in Italia e le famiglie rimaste in Senegal.
Sunugal opera in due aree di intervento principali:
In Italia per la diffusione a un pubblico più ampio di informazioni sul Sud del Mondo e sulle migrazioni; per il sostegno alla popolazione immigrata extracomunitaria;
In Senegal per favorire iniziative di interscambio tra paesi del Sud e del Nord del mondo; per il sostegno allo sviluppo socio-economico delle aree di provenienza degli immigrati.
L’associazione è di fatto attiva fin dal 1990 e da allora regge le proprie attività fondandosi prevalentemente sul volontariato e sull’autofinanziamento.
Il nome dell'associazione significa, in lingua wolof, "la nostra barca", segno della volontà di condividere un percorso che coinvolga le diverse culture di chi ha dato vita a questo progetto.

Settori artistici: 
OTHER