Share:

Ad Alba torna l’Infinity Festival

La seconda edizione di Infinity Festival sarà ospitata dalla Fondazione Ferrero di Alba (Cuneo) dal 5 al 12 aprile 2003. Un luogo dedicato a quei cineasti che tendono non a illustrare il fantasma dell’immaginario, ma a cogliere l’anima del mondo. Una manifestazione cinematografica finalizzata a esplorare il rapporto tra il cinema e la ricerca spirituale. Un festival di “ricerca”, capace, quindi, di farsi “vetrina” per quei film che testimoniano del mistero del mondo, che indagano la dimensione spirituale dell’essere umano e ci raccontano il suo sforzo volto a trovare un posto tra le cose del reale. Il programma, assai nutrito, prevede 12 film in concorso, un confronto tra il cinema brasiliano e quello russo, un workshop sul documentario a cura di Documentary in Europe, una lezione del cineasta francese Jean-Charles Fitoussi sul rapporto tra la letteratura e l’adattamento cinematografico (Fitoussi è il regista di Les jours où je n’existe pas, tratto da una novella di Marcel Aymé e presentato a Cannes e a Locarno), nonché due Retrospettive dedicate al russo Andrej Konchalowskij e al francese Nicolas Philibert. Le due Retrospettive sono organizzate in collaborazione con il Museo Nazionale del Cinema e si intrecceranno tra Alba e Torino. Interessante anche una sezione dedicata alla “riconciliazione” con film provenienti da zone di conflitto come la Palestina, la Cecenia e i Balcani. Tutti i giorni sono in programma incontri con cineasti e produttori.

Fondazione Ferrero - Alba (Cuneo).
Dal 5/04/03 al 12/04/03.