Share:

Francesco Pergolesi, vincitore del premio Autofocus per la fotografia a The Others | Venerdì 27 maggio ore 18

Location : 
Torino

 

Francesco Pergolesi
Spazio AUTOFOCUS / VANNI Occhiali
27 maggio opening dalle ore 19
28 maggio / 30 giugno 2016 Vincitore del premio Autofocus per la Fotografia / The Others 2015 Giuria: Mario Calabresi / Lorenza Bravetta
Curatore: Roberta Pagani

 

Una merceria nel centro di Macerata e la sua proprietaria, Arianna il suo nome di fantasia. Il negozio ha due affacci su strada, illuminati la sera da luce al neon per richiamare i passanti. Le due scritte riportano le parole: Merceria e Calze. A vederle da fuori, le vetrine somigliano a miniature di interni appartenenti a un’altra epoca, quella racchiusa nella cultura di arti e mestieri e di una manifattura da bottega tipicamente made in Italy. Nell’immagine sopravvive il ricordo di un tempo, diverso, trascorso “dal calzolaio” o “dall’alimentari” o del momento “dell’infanzia vissuta nella bellissima Spoleto, piccola cittadina, gioiello del centro Italia”, il tempo di quando, il bambino, andava a fare la spesa per “nonna Righetta”. Il progetto Heroes nasce da questo ricordo, epidermico, e prende forma in una serie di fotografie il cui obiettivo è di preservarlo, alla maniera di un prezioso e folle museo del piccolo mondo, o delle piccole cose. Così

Francesco Pergolesi è andato a caccia di memorie, di antichi custodi del tempo, di un’Italia in dissolvenza, ricostruita come un puzzle nel suo archivio fotografico in progress. Fa pensare a ciò che lo scrittore Orhan Pamuk ha realizzato nella sua Istanbul e, prima, nel romanzo Masumiyet Muzesi, il museo dell’innocenza. La sequenza è una collezione di paesaggi e di umanità, confortanti perché famigliari, e insieme una raccolta di allegorie ciascuna racchiusa in ogni scatto, poco importa se fedeli alla realtà o se inventate. Tra le fotografie della serie Heroes (premiata nel 2015, quando la serie è stata esposta presso lo spazio della Gallerie Huit a The Others, da una giuria composta da Mario Calabresi, attuale Direttore di La Repubblica, e Lorenza Bravetta, Direttrice di Camera – Centro Italiano per la fotografia, Torino) quello di Arianna è divenuto il simbolo di una storia, l’archetipo di un’iconografia destinata altrimenti a scomparire. Pergolesi ricostruisce, in un caleidoscopio di paesaggi astratti, i tanti universi e le costellazioni di senso che vivono dietro a quelle vetrine. Lo fa attraverso un nuovo progetto - presentato per la prima volta nello Spazio AUTOFOCUS di Torino, in occasione del Premio Autofocus per la Fotografia / The Others 2015 – dove nuovi lightbox e lenti di fresnel permettono di osservare, ingrandire e distorcere quelle prospettive di piccoli oggetti nei quali è custodito un universo di simboli e una costellazione di infiniti pianeti.

La mostra è realizzata in occasione del Premio Autofocus per la Fotografia, promosso da VANNI occhiali che sostiene la giovane arte emergente attraverso la produzione, la presentazione e la diffusione di progetti di arte contemporanea. Francesco Pergolesi (Venezia, 1975). Vive e lavora a Roma, Spoleto e Barcellona. Dopo la laurea in Giurisprudenza (Università La Sapienza, Roma), si dedica interamente allo studio della fotografia e delle sue possibilità installative. Include il tema della memoria nelle sue serie che diventano archivio in divenire e rappresentazione di un passato e di una storia che si relazionano con il presente. Il suo progetto Heroes è stato esposto, tra le altre, alla Catherine Edelman Gallery (Chicago), alla Galerie Huit (Arles) e Riccardo Costantini Contemporary (Torino). Francesco Pergolesi ha partecipato a numerose fiere internazionali (Photolondon, Mia Fair - Milano, The Others - Torino, Miami Art Fair, Aipad New York) e preso parte a festival e premi (tra cui, Cortona on the Move, Unexpected Encounter, Premio Speciale Tosetti Value Talent Prize).

Spazio AUTOFOCUS / VANNI Occhiali
P.zza Carlo Emanuele II 15/a Torino
martedi - sabato 10-12.30 / 15.30 -19
e, per visitare l’installazione nel seminterrato, su appuntamento, scrivendo a: autofocus [at] vanniocchiali [dot] com / +39 011 836234

Mostre