Share:

PoliTo in Light

Città: 
Torino
Scadenza: 
15/10/2015
Concorso di idee per la realizzazione di un’installazione temporanea luminosa nella Corte d’Onore del Castello del Valentino


Il bando di concorso PoliTo in Light ha come obiettivo la selezione di un progetto preliminare per la realizzazione di un’installazione luminosa temporanea da collocarsi nella Corte d’onore del Castello del Valentino. La volontà è quella di connettere la progettualità e il lavoro degli studenti del Politecnico con iniziative di rilevanza internazionale, oltreché accrescere la sensibilità sui temi dell’illuminazione e delle tecnologie, della luce come valore culturale e strumento di lettura, identità e valorizzazione, della sostenibilità e della comunicazione. L’opera vincitrice sarà realizzata a seguito di un approfondimento progettuale nell’ambito del workshop PoliTo in Light di cui alla sezione “Premio”.

La proposta si inserisce nelle iniziative promosse per il 2015, proclamato dall’UNESCO “Anno Internazionale della Luce(2015 IYL_International Year of Light and Light-Based Technologies), e nella realtà locale costituita dal Festival “Luci d’artista”.
L’iniziativa è finanziata dalla Commissione Contributi e Progettualità Studentesca del Politecnico di Torino, che da anni sostiene proposte dei propri iscritti consentendo lo sviluppo di progetti importanti e di processi virtuosi che spaziano su una moltitudine di ambiti disciplinari. L’attività è sostenuta e coordinata dal Laboratorio di Analisi e Modellazione dei Sistemi Ambientali (LAMSA_DAD). Il progetto è patrocinato dall’Associazione Italiana di Illuminazione (AIDI) e dalla sezione Piemonte e Valle d’Aosta dell’Associazione Italiana di Elettrotecnica, Elettronica, Automazione, Informatica e Telecomunicazioni (AEIT). L’iniziativa è inoltre sostenuta da Città di Torino e Iren, nonché da alcune aziende di settore: Iguzzini Illuminazione e Elettrogruppo ZeroUno.

A chi è rivolto il bando?
PoliTo in Light è aperto a tutti gli studenti iscritti a qualsiasi corso di laurea (Triennale e/o Magistrale) del Politecnico di Torino.

Come partecipare?

Si può partecipare singolarmente o in gruppo (massimo 3 persone per gruppo).

Cosa è richiesto?
Ogni partecipante o gruppo di partecipanti dovrà presentare una “proposta luminosa” per PoliTo in Light, installazione temporanea da collocarsi nella Corte d’Onore del Castello del Valentino. Sono ammessi progetti preliminari di installazioni artistiche di lighting design, ma anche video proiezioni, video mapping 3D o quant’altro.
Il progetto dovrà essere consegnato, esclusivamente in formato digitale (in doppio formato .psd e .pdf), su una tavola formato A1 (841x594 mm), orientamento verticale. L’elaborato grafico dovrà essere corredato da una relazione tecnica descrittiva (lunghezza max. 6000 battute), contenente:
- descrizione di scelte progettuali, materiali e tecniche di realizzazione dell’opera (tenendo conto che il prototipo del progetto vincitore sarà realizzato in un secondo momento dagli studenti);
- descrizione delle modalità di allestimento e installazione dell’opera (inserire eventuali schemi di montaggio);
- computo metrico estimativo che dimostri la rispondenza del progetto al budget di 5000 € (Il Budget è riferito al costo previsto per la costruzione di un prototipo del progetto, comprensivo di corpi illuminanti e impianto elettrico);
- eventuali schizzi, fotografie e foto inserimenti potranno essere allegati alla relazione;
- nome, cognome e corso di studio dei partecipanti e indirizzo e-mail di riferimento (in caso di partecipazione in gruppo, indicare un solo recapito di posta elettronica).

Quali sono i vincoli di progetto?
- I partecipanti devono considerare il contesto urbano e architettonico in cui si colloca l’opera;
- I partecipanti devono considerare gli aspetti legati al contenimento dei consumi energetici e al costo dei materiali;
- L’opera deve essere di facile realizzazione;
- Sia che si tratti di un’installazione di lighting design che di una proiezione multimediale, l’opera deve essere ben visibile dai Corsi Massimo d’Azeglio e Marconi;
- In caso di un’installazione artistica, l’opera non deve compromettere in alcun modo la struttura del Castello del Valentino o della sua Corte. L’opera deve essere compatibile con il manufatto edilizio e completamente reversibile;
- L’opera deve rispettare un budget massimo di spesa di 5.000 € (Il Budget si riferisca al costo previsto per la costruzione di un prototipo del progetto, comprensivo di corpi illuminanti e impianto elettrico).

Chi valuta i progetti?
I progetti che partecipano al concorso di PoliTo in Light saranno valutati da una Giuria composta da:
- 1 Rappresentante della Città di Torino (Ufficio Arte Contemporanea)
- 1 Rappresentante del settore progettazione di Iren Servizi e Innovazione
- 2 Artisti autori di opere per “Luci d’artista” a Torino e Salerno
- 4 Docenti del Politecnico (settori disciplinari: Fisica Tecnica Ambientale, Storia dell’Architettura e del Design, Comunicazione, Sostenibilità)
- 2 Architetti del LAMSA (Laboratorio di Analisi e Modellazione dei Sistemi Ambientali – DAD, Politecnico di Torino)
- Il gruppo proponente, composto da 8 Studenti (la valutazione del gruppo influenzerà i punteggi come quella di un soggetto unico)

Quali sono i Criteri di selezione?
- Rispondenza del concept agli obiettivi del bando.
- Originalità dell’idea progettuale.
- Rappresentazione grafica e comunicazione del progetto.
- Sostenibilità energetica, ambientale ed economica del progetto.
- Fattibilità e reversibilità del progetto.

Qual è il compito della Giuria?
La Giuria ha il compito di selezionare:
- 1 progetto vincitore.
- alcuni progetti meritevoli di menzione (fino ad un massimo di 15 studenti selezionabili).
Il giudizio della Giuria, divulgato il giorno 30 ottobre 2015 per posta elettronica, è da considerarsi definitivo e insindacabile.
L’opera che la Giuria selezionerà come vincitrice sarà oggetto di studio nel corso di un workshop: si svilupperà il progetto dal livello preliminare a quello esecutivo, per la successiva realizzazione di un prototipo. Gli elaborati dei partecipanti al concorso e gli esiti del workshop saranno resi noti in una presentazione pubblica e in una mostra presso il Castello del Valentino. L’opera sarà poi sottoposta all’attenzione di Città di Torino e Iren che, in caso di gradimento, approvazione e reperimento dei finanziamenti, deciderà se realizzarlo ed inserirlo nel circuito ufficiale del Festival “Luci d’Artista”.

Quali sono i termini e le modalità?

- Gli elaborati vanno consegnati ENTRO Giovedì 15 Ottobre 2015, ore 12.00
(le opere presentate oltre tale scadenza non saranno esaminate)
- Gli elaborati devono essere inviati via mail all’indirizzo e-mail: polito [dot] inlight [at] polito [dot] it
- Ogni studente o gruppo di studenti (max. 3 studenti per gruppo) deve inviare 1 tavola (formato A1, verticale, estensione .psd e .pdf) e 1 relazione descrittiva (max. 3 cartelle): gli elaborati presentati incompleti non saranno presi in considerazione.
- Gli esiti del concorso di idee e la selezione del progetto vincitore e di quelli meritevoli di menzione saranno comunicati via e-mail ai partecipanti, anche in caso di esito negativo, in data Venerdì 30 Ottobre 2015. (Si ricorda di inserire nella relazione un indirizzo e-mail a cui far pervenire gli esiti. In caso di partecipazione in gruppo, comunicare l’indirizzo di un solo componente del gruppo).

Il concorso PoliTo in Light è uno strumento di selezione per l’accesso ad una seconda fase: lo studente o gruppo di studenti che presenteranno il progetto vincitore e quelli meritevoli di menzione (per un totale di circa 15 persone) parteciperanno, insieme agli studenti del gruppo proponente, ad un Workshop composto da diverse attività.

La finalità del Workshop è quella di accrescere le conoscenze e le capacità critiche dei partecipati sul tema della luce attraverso quattro lezioni seminariali e un viaggio di studio nella Città di Lione. Il Workshop prevede poi uno sviluppo, da parte dei partecipanti, del progetto risultato vincitore fino al livello di progettazione esecutiva e ingegnerizzazione. L’obiettivo finale è la realizzazione del prototipo dell’opera scelta.
Nel caso in cui l’opera risulti essere una video proiezione o un video mapping, il gruppo si impegna a sviluppare il progetto fino alla completa definizione. Il Workshop è inoltre un’occasione per lavorare in un team multidisciplinare e per operare a stretto contatto con importanti Partner esterni, siano essi enti, aziende produttrici e professionisti del settore. È in corso di definizione il riconoscimento, da parte dei diversi Corsi di Laurea, di crediti formativi liberi per la partecipazione al Workshop.

In cosa consiste il Workshop
Il workshop di PoliTo in Light si compone di diverse attività:
- “L’appuntamento del giovedì”: i quattro giovedì del mese di novembre 2015 saranno interessati da alcune lezioni seminariali tenute da Professionisti del mondo della Luce e da Docenti dell’Ateneo.
(h 17.00-20.00)
- Viaggio studio a Lione “Città della Luce”, in occasione della Fête des Lumières
(da sabato 05 a lunedì 07 dicembre 2015)
- “L’opera in mente”: per una settimana, nel mese di dicembre 2015, i partecipanti studieranno sul progetto vincitore, traducendo il progetto preliminare in esecutivo.
- “L’opera tra le mani”: per una settimana, nel mese di gennaio 2016, i partecipanti saranno impegnati nella realizzazione e nel montaggio del prototipo del progetto vincitore. Contemporaneamente essi saranno impegnati nell’organizzazione della mostra per la divulgazione degli esiti dell’attività: in tale occasione sarà esposto il prototipo.

Allegati: 
Settori artistici: 
ART INSTALLATIONS
METROPOLITAN ART