Share:

Due giovani cineasti vincono l’Infinity Festival

Si è conclusa sabato 12 aprile la seconda edizione di Infinity Festival, la rassegna cinematografica finalizzata ad esplorare il rapporto tra il cinema e la ricerca spirituale ospitata dalla città di Alba (Cuneo). La manifestazione, diretta da Luciano Barisone, ha presentato 110 film provenienti da 32 Paesi. La giuria ufficiale ha assegnato il Premio per il miglio film (10.000 euro) a Extraño del giovane cineasta argentino Santiago Loza. Un chirurgo quarantenne incontra in un bar una ragazza incinta. Tra le due anime nasce un rapporto esitante, necessario a entrambi, ma che si perde fra silenzi e parole. Già vincitore al Festival di Rotterdam, il film è la storia d un’anima in cui si può leggere l’intera parabola di una nazione allo sbando e ancora desiderosa di incontri vitali. La giuria Signis ha invece assegnato il proprio Premio (1.000 euro) a Edi, del giovane regista polacco Piotr Trzaskalski, al suo primo film. Edi vive raccogliendo rottami nelle strade della città e finisce le giornate a bere al bar. Quando gli viene affidata la sorella di due boss, che gli sfugge per una notte d’amore, Edi si autoaccusa di essere il padre...Un film strano e affascinante, che mescola rifiuti e desiderio di paternità, violenza e tenerezza.