Share:

Katarina Zaric a Firenze

Katarina Zaric (Belgrado, 1966) appartiene a quella generazione di artisti che hanno segnato la scena grafica contemporanea con la forza della propria autenticità. Elaborando con cura il proprio linguaggio figurativo e la propria sintassi l’artista ha formato una poetica originale di valore simbolico riflettente la propria forza poetica, l’immaginazione e il coraggio nell’intrecciare la tradizione con l’innovazione, la primordialità con la modernità. L’artista belgradese è considerata una delle più importanti tra gli incisori contemporanei della ex-Yugoslavia, e uno dei nomi più significativi di una delle scuole grafiche più apprezzate nel mondo. La mostra presenta l’intera opera grafica della Zaric (composta per lo più da lastre di grande formato), con l’aggiunta di alcuni olii su tavola e disegni (circa 40 opere in totale). Le tecniche usate sono l’acquaforte, l’acquatinta e la maniera nera, sempre combinate fra loro e sempre stampate a colore. “Sono nata con una particolare predisposizione per l’incisione. Dall’occhio sinistro vedo i colori freddi come il grigio, il blu e il verde e da quello destro i colori caldi come i rosso e il giallo. Questo fenomeno mi aiuta moltissimo nel mio lavoro artistico, essendo la mia percezione della realtà così dissociata”.

Galleria Falteri.
Via della Spada, 38 r - Firenze.
Dal 8/11/03 al 6/12/03.