Share:

A Bologna la Generazione Carosello

C’è una generazione italiana di ragazzi cresciuta tra la seconda metà degli anni Sessanta e la fine del decennio successivo che conserva nel proprio dna un patrimonio comune: Carosello. Una generazione tenuta insieme da ricordi d’infanzia e adolescenza, da attimi condivisi davanti al televisore subito prima di andare a letto. Attimi legati a Calimero, a Carmencita e Caballero, al Pianeta Palla, a Pappagone...e a frasi-tormentone come “Ce l’hanno tutti con me perché sono piccole e nero” o “Chiamami Peroni”. Alla Galleria Spazia di Bologna dieci artisti della Generazione Carosello rimettono in scena quei ricordi. Lo fanno in maniera del tutto personale, senza citazioni, semplicemente mettendo in scena le loro idee e fantasie. Non riprendono niente in maniera diretta da Carosello, ma nelle loro opere c’è sempre qualcosa che li ricollega a quell’epoca e a quella fabbrica di immaginario comune. Se l’informale bianco e nero irruente e spontaneo di Alessandro Aldovrandi e le puntinature optical di Davide Nido ricordano le icone e gli stili astratti tipo Punt e Mes, la splendida modella idealizzata da Marco Cornini è la traduzione in scultura della bionda Peroni, se il segno volutamente ingenuo di Giuliano Guatta è la trasposizione ipotetica del mondo di Pappagone & Co., l’immagine scomposta e sincopata di Dany Vescovi rammenta le invenzioni grafiche di Armando Testa o Pascali, tutte spigoli e scatti. Luca Zampetti riproduce le scenette senza connessioni dirette con i prodotti che imperavano negli spot, mentre l’iconografia ossessiva e accattivante, sempre in primissimo piano, di Roberto Coda Zabetta sposa alla perfezione le modalità della pubblicità del tempo. Pietro Capogrosso, Riccardo Gusmaroli e Lucio Perone hanno nel gesto e nel lavoro quella follia creativa sempre in bilico tra fantasia e realtà tipica del Carosello. La mostra, intitolata “...non è vero che tutto fa brodo”, è curata da Maurizio Sciaccaluga.

Galleria Spazia.
Via dell’Inferno, 5 - Bologna.
Dal 29/11/03 al 7/02/04.