Share:

Tarin Gartner a Milano

La Galleria Artopia presenta la mostra personale dell’artista israeliana Tarin Gartner, nata a Gerusalemme nel 1974, ma che da alcuni anni vive e lavora a Milano. Come spesso accade a chi emigra altrove, ha maturato un’identità divisa tra il proprio luogo d’origine e quello dove ha scelto di vivere. Nella sua vita quotidiana come in quella artistica la Gartner coniuga aspetti diversi della realtà sia occidentale sia mediorientale, creando un luogo di intermezzo dove collocarsi per costruire il piano di appoggio per una nuova prospettiva sul mondo. I suoi lavori si snodano nel tempo come una sorta di diario che raccoglie e racconta immagini realizzate nei suoi viaggi in medioriente, disegni e pensieri in lingua ebraica, in italiano e in inglese, che testimoniano il proprio essere nel mondo e la capacità di trasformarlo. Il percorso espositivo è scandito da cinque grandi fotografie, realizzate al confine tra Israele e Libano, che dialogano con disegni, scritte, sculture che rievocano l’infanzia. Nella fotografia “Gesher”, l’artista si rappresenta nella posizione del “ponte”, piegando il suo corpo in un arco che unisce due pietre spaccate, a simboleggiare un possibile riavvicinamento tra il popolo israeliano e quello palestinese. Il titolo della mostra “Tarin meets garten”, non allude solo all’attrito tra mondo orientale e occidentale, ma anche alla collisione tra dimensione individuale e storia collettiva e all’incontro/scontro di due identità nella stessa persona.

Galleria Artopia.
Via Lazzaro Papi, 2 - Milano.
Dal 15/01/03 al 20/02/04.