Share:

Il Comune di Cassano d'Adda presenta Ecoismi 2012

Evento internazionale di arte contemporanea nel cuore del Parco naturale dell'Isola Borromeo

27 maggio - 23 settembre 2012
Opening, domenica 27 maggio, ore 11:00
Work in progress, dal 23 al 26 maggio 2012

Si inaugura domenica 27 maggio ECOISMI 2012.

Filo conduttore di Ecoismi 2012 è il binomio uomo-natura.
Gli artisti, selezionati da una giuria di esperti, sono stati invitati a realizzare appositamente 12 opere sitespecific in piena sintonia con l’area del Parco.
Ecoismi 2012 vuole essere un punto di incontro tra la cultura contemporanea e le radici profonde del territorio. Le opere realizzate sono capaci di creare un rapporto naturale e osmotico tra l’arte e il contesto ambientale, culturale ed identitario locale e hanno una valenza estetico-conoscitiva, in relazione ai processi e alle trasformazioni che riguardano l’ambiente e la condizione presente, per innescare una riflessione sulle dinamiche ecologiche e sostenibili.

A cura di Ylbert Durishti

Gli artisti
Andrea Mori sceglie materiali come il legno, la canapa e il lino per realizzare un'installazione composta da tanti piccoli elementi attorno ad una tenda centrale piantate direttamente nel terreno dove la tradizione è profondamente connessa alle tecniche e agli elementi utilizzati. Hans De Wolf utilizza quasi esclusivamente il legno, nelle sue opere combina il suo interesse per la mitologia e il folklore della scultura lignea con la vita quotidiana del nostro tempo.

Mirko Nikolic rivisita il tradizionale concetto di mappa tramite l’elaborazione collettiva di un giardino a cui è chiamata a partecipare attivamente la popolazione di Cassano d’Adda. L’installazione di Karen Macher dialoga con gli alberi del parco, cercando di catturarne l'immagine-ombra come  rivendicazione per la questione del disboscamento delle foreste.

L'inquinamento luminoso è il tema dell’opera del duo finlandese Heini Nieminen & Sandra Nyberg, che omaggia il cielo notturno con sette costellazioni ricostruite artificialmente. Liberato Aliberti si confronta con l'antico strumento della meridiana, un esperimento di sincronizzazione
ambientale dove l’artificio si identifica con la natura e le sue essenze fatte di tempo, luce e colori. Jacopo Pierazzuoli coniuga elementi musicali e scultura contemporanea presentando una grande culla sonora realizzata con rami intrecciati.

L'opera di Ehsan Ehsani si ispira al nido del Bowerbird, un uccello australiano, tradotto dall’artista in una monumentale costruzione in bambù che va integrandosi con la vegetazione circostante; mentre è proprio la terra dell'Isola che diviene protagonista nel progetto di Véronique Roger che crea una gigantesca fetta di torta con “piattino” offrendola alla sola vista dei visitatori.

Se l'intenzione di Matteo Rota è di evocare una fitta foresta nel verde precostituito, in cui si è invitati ad entrare ed attraversarla, l’installazione di Tommaso Verdesca è un dispositivo spaziale dinamico in grado di far relazionare ed interagire paesaggio, natura e spettatore. Il lavoro presentato dal gruppo Luana Baglì, Francesca Mauri, Francesca Cadei e Franco Buschini è un percorso pop-up legato alla favola esopica e pensato in particolare per i bambini.

Durante il work in progress di Ecoismi 2012 si terranno inoltre visite guidate e laboratori per la divulgazione e l’avvicinamento all’arte degli alunni della scuola secondaria di secondo grado con la collaborazione degli artisti di Asterisma.

Per maggiorni informazioni, contattate via email press [at] ecoismi [dot] org oppure visitate il sito, www.ecoismi.org