Share:

La Puglia si…Muove!!! Tre appuntamenti per l'Arte con Thulab

Location : 
Puglia
ThULab – Spazio per le Arti Visive, progetto di rete tra Laboratori Urbani e Spazi Pubblici della Regione Puglia, presenta un gruppo di artisti a cura di due giovani pugliesi per la sezione “Giovani Curatici”: Daniela Confetti e Sandra Vavalle con la collaborazione dello staff ThULab. Dall'arte digitale alla pittura, dalla video arte alla poesia visiva; materiali di riciclo, ritratti a tutto tondo, installazioni e Street Art. 3 appuntamenti. 7 artisti a confronto. Differenti modalità espressive e comunicative.

 

 

#QUANDO E DOVE#

---> Lunedì 12 maggio, 2014 inaugurazione ore 17:00

Il Laboratorio Urbano ArteFacendo, via Dante Alighieri, San Marco in Lamis (Fg) inaugura “TRASFIGURAZIONI”  collettiva con Fidelia Clemente | Michelle Consalvo | Amatore Ditullio”. 
In serata un momento di Acoustic Sessione MIZZLE. L’evento espositivo, a ingresso libero, sarà visitabile fino al 18 maggio, tutti i giorni dalle 17:00 alle 20:00.

----> Venerdì 16 maggio, backstage aperto al pubblico dalle 10.30

Il Laboratorio Urbano CiberLab, corso Aldo Moro, Valenzano (Ba) inaugura “REALTA' IMMAGINATE”  con R.M.E.Mazzarago – G.Conoci - H.Mangialardo”.  L’evento espositivo, a ingresso libero, sarà visitabile fino al 21 maggio, tutti i giorni dalle 18:00 alle 21:00.

---> Sabato 17 maggio, inaugurazione ore 20:00

Il Laboratorio Urbano g.lan via Repubblica, 4 - Noci (Ba) inaugura "PAGINE SPARSE" personale di Francesco Romanelli. Segue, LIVE della band Liorsi, che proporrà nuovi brani oltre a quelli contenuti in “EpPi”. L’evento espositivo, a ingresso libero, sarà visitabile fino al 30 maggio, tutti i giorni dalle 17:00 alle 20:00.

 

Intensa la settimana organizzata da ThULab, che propone giovani artisti pugliesi diversissimi tra loro ma accumunati dalla stessa passione, l’arte e le sue potenzialità espressivo-comunicative. Giovani che propongo la propria ricerca artistica in diversi ambiti, con sincerità e coraggio. Tre appuntamenti che sintetizzano il valore e la ricchezza delle differenze. Completandosi e arricchendosi vicendevolmente. L’osservatore resterà appagato dall’individuazioni dei diversi mezzi espressivi e dai concept artisti narrati, legati da un filo rosso che rimanda inesorabilmente a concetti di precarietà e instabilità, come in “Realtà Immaginate”, presso il Laboratorio Urbano CiberLba di Valenzano (Ba), in uno scambio che mette a confronto interventi installativi, di Street Art e Video Art. Le opere di Roberto Maria Eduardo Mazzarago, fanno parte di una serie in cui l’artista modifica vecchie sedie reinterpretandone il significato intrinseco. Un elemento che nel senso comune richiama immaginari di convivialità, dialogo, comunione, diventa, dopo le modifiche apportate dall’artista, riferimento all'inaccessibilità, allo stress e alla precarietà nei rapporti. Che siano metafore di un malessere interiore personale o riflessioni sull’incapacità di comunicare in modo reale e concreto in un periodo storico caratterizzato da rapporti per lo più virtuali, gli oggetti presentati, non più sedie, sono rappresentazione di un bisogno che non può essere soddisfatto, di un dialogo con se stessi o con l’altro che non potrà mai avere luogo. Sullo stesso filone appare l’immagine site specific, dedicata all’eco-giardino dello spazio ospite, di Gianleonardo Conoci che con Color Wix attinge all’immaginario presentando atmosfere favolistiche vicine al mondo dell’infanzia e cariche di significati altri: un albero che in tante sezioni restituisce un giovane che soffia a delle foglie, rimanda ai concetti delle altezze e precarietà delle mete desiderate. Con il coraggio di raggiungerle. Hermes Mangialardo presenta Scarabocchi una collezione di corti animati, disegnati, scarabocchiati partendo da una canzone dei Pink Floyd composta da Syd Barrett che recitava: “basta leggere le righe di neri scarabocchi e tutto risplende”. Presentati in Festival di animazione di tutto il mondo, i Video di Mangialardo raccontano storie fantastiche e oniriche, creando atmosfere diversamente contaminate da elementi favolistici e sequenze che incollano lo sguardo allo schermo. Tre artisti, dunque, che dal Salento al Barese guardano all’Europa non dimentichi delle proprie origini, al contrario portatori di nuove e interessanti soluzioni artistiche. E’ evidente in “Pagine Sparse, presso il Laboratorio urbano g.lan di Noci (Ba), dove Francesco Romanelli, giovanissimo salentino, propone il segno verbo-visuale quale protagonista indiscusso. Seguendo le orme di quelle Avanguardie che cominciarono a sperimentare e teorizzare la possibilità di una interazione tra immagine e parola, Romanelli raggiunge nei suoi lavori quella fusione totale dandogli una base profondamente legata anche al concettualismo novecentesco. Infine, in “Trasfigurazioni”, presso il Laboratorio Urbano ArteFacendo di San Marco in Lamis (Fg), collettiva di tre artisti pugliesi (del barese e foggiano) che, disomogenea dal punto di vista stilistico e del mezzo espressivo, mette in mostra la trasfigurazione del proprio essere in opera d’arte: coraggioso e libero in Fidelia Clemente, sensibile ed ecologico in Michelle Consalvo, tradizionale e poetico in Amatore Ditullio.  Fidelia Clemente propone opere pittoriche e digitali in cui, ciò che colpisce, sono i colori. Un’arte astratta ed informale; una pittura gestuale il cui fulcro propulsore è dato dall’azione volta all’espressione del sé. Michelle Consalvo presenta opere di diversa natura, tele e sedie, accomunate dalla passione per il riciclo e il restyling: nastri di vecchie musicassette danno forma a immagini figurative; le sedie, vecchie ed obsolete, perdono la loro funzionalità per diventare un semplice oggetto decorativo. In entrambi i casi, oggetti di non più uso comune, vengono riportati in vita fuori dal loro contesto originario, richiamando alla lontana, la pratica del ready-made, seppure in chiave non provocatoria e non simbolica.

Le sculture di Amatore Ditullio richiamano alla memoria miti e storie di un passato ormai lontano, quasi dimenticato, ma che grazie alle vigorose figurazioni tornano a pulsare. I personaggi, dei quali ruba tempra e carattere, vengono reinterpretati in chiave concettuale e proiettati nel nostro futuro, alla riscoperta di quell’arte capace di staccarsi dalle problematiche sociali per ritornare a mostrare il bello. E a chi guarda è lasciato l’arduo compito di interpretare e ritrovare la bellezza perduta.

 

Per seguire tutti gli eventi ThULab  conoscere gli artisti e saperne di più è attivo il sito web:

http://thulab-spazioartivisive.jimdo.com/

Ulteriori informazioni

CHI SIAMO

ThULab – Spazio per le Arti Visive è il primo passo verso la RETE PER LE ARTI VISIVE IN PUGLIA, una kermesse che dialoga con il territorio, offre spazi espositivi, la possibilità di circuitare, si offre come richiamo e ripetitore della creatività pugliese. Il progetto è dedicato agli artisti emergenti, e non, che attraverso l’utilizzo dei Laboratori Urbani e Spazi Pubblici, potranno allestire e autopromuoversi. Dal centro alla periferia, dal basso verso l’alto, dal perimetro al cuore della creatività, per pensare insieme ad allestimenti site specific che dialogano con lo spazio ribaltando le regole espositive. Il progetto mette in rete n. 20 spazi pubblici, nelle 6 province e 19 comuni pugliesi. Le 5 iniziative del progetto, sono: 1. Spazio ai Giovani Creativi; 2. Spazio Testimonianze; 3. Spazio a Giovani Curatori; 4. Spettatori Attivi; 5. Adotta un Artista. N. 38 gli artisti coinvolti.

ThULab - Spazio per le Arti Visive - Spazio agli artisti pugliesi è una iniziativa del Collettivo Z.N.S. e THEFACTORYURBANLAB di Palagiano (Ta) con la direzione artistica di Cristiano Pallara, grazie a Bollenti Spiriti – Regione Puglia e CrLab – Centro risorse Laboratori Urbani.

Al progetto aderiscono alcuni tra i principali Laboratori Urbani e Spazi Pubblici pugliesi, che nei prossimi mesi ospiteranno nuovi artisti per un totale di 21 eventi espositivi tra aprile e settembre 2014:

Laboratorio Urbano THE FACTORY- Palagiano (Ta); Laboratorio Urbano SAM – San Ferdinando (BT); Laboratorio Urbano G-Lan – Alberobello – Locorotondo – Noci (Ba); Laboratorio Urbano Inpuntadipiedi – Francavilla Fontana (Br); Laboratorio Urbano Fabbrica Paladini – Lequile (Le); Laboratorio Urbano Palazzo Palmieri – Lizzanello (Le); Manifatture Knos – Lecce; SUM Project - Km97 – Lecce-Novoli; Laboratorio Urbano Officine Culturali – Bitonto e Sannicandro di Bari; Ass. Turisti in Tour Turi (Ba); Laboratorio Urbano di Fasano; Laboratorio Urbano Artefacendo di San Marco in Lamis (Fg); LUC Peppino Impastato di Manfredonia (Fg); Casa delle Arti di Conversano (Ba); Laboratorio Urbano Ciberlab di Valenzano, Capurso e Cellamare (Ba).

ThULab  - Spazio per le Arti Visive ha come principale obiettivo la valorizzazione dell'arte in tutte le sue svariate espressioni, l'incontro e il dialogo tra l'artista e il fruitore, i collezionisti e addetti ai lavori per la creazione di un Sistema dell’Arte Contemporanea in Puglia.



SEGRETERIA ORGANIZZATIVA ThULab

Collettivo Z.N.S. | Laboratorio Urbano THE FACTORY

via Oronzo Massa, 25 - 7019 Palagiano (Ta).

Info: 392 4549810 / urbanlab [dot] thefactory [at] gmail [dot] com 

sito web: http://thulab-spazioartivisive.jimdo.com/

FB: The Factory Urban Lab 

Gruppo FB: https://www.facebook.com/groups/thulab/ 

Twitter: @TheFactoryUrban

Eventi