Share:

L’Arte scende in strada e si sostiene dal basso con il progetto "Tu Sei Qui"

Location : 
Udine
L’arte si sostiene dal basso e con la partecipazione di tutti. Accade a Udine con Tu sei qui, il laboratorio di arte contemporanea promosso dall’associazione culturale Modo con il patrocinio del Comune e del GAI

L’iniziativa non riguarda solo gli artisti che dal 26 giugno al 2 luglio parteciperanno all’Artlab, ma coinvolge e mobilita la collettività attraverso un progetto di crowdfunding, una raccolta fondi collettiva tramite la rete che scade il 24 giugno (maggiori info QUI)

 Tu sei qui – alla sua seconda edizione in centro città, alla quinta nelle zone periferiche – si propone come appuntamento fisso con l’arte contemporanea, relazionale e partecipata per suscitare una riflessione sulla città, i suoi spazi e i legami che la compongono. Per fare questo sono stati selezionati 20 artisti provenienti da tutta Italia che per una settimana lavoreranno e realizzeranno delle installazioni artistiche lungo via Cussignacco, vicino al centro storico di Udine, facendo della strada un atelier a cielo aperto. Le installazioni prodotte resteranno in esposizione per una settimana, incustodite, libere, parte integrante degli spazi pubblici.

UNA PERFORMANCE COLLETTIVA GRAZIE AL CROWDFUNDING

Attraverso il crowdfunding tutti i sostenitori diverranno protagonisti di una performance artistica collettiva, lasciando una traccia del loro passaggio. In base al tipo di donazione, l’associazione Modo si farà carico di installare nei marciapiedi della via una mattonella creativa realizzata da alcuni mosaicisti. La ricompensa per i donatori non sarà semplicemente un oggetto da possedere, ma un gesto creativo con il quale riempire un buco, uno spazio libero. Questo, infatti, il tema dell’Artlab: “Spazi Liberi”. L’idea delle mattonelle creative nasce come azione di arte sociale al servizio del bene comune. Dopo aver notato che le mattonelle del marciapiede di via Cussignacco continuavano a rompersi lasciando dei buchi, è stata fatta una prima versione in legno; la seconda in cemento e resine colorate con inserti a mosaico. L’entusiasmo dei passanti e dei residenti ha fatto proseguire il progetto in concomitanza con Tu sei qui 2014.

CONTAMINAZIONE FRA ARTE E CITTÀ

Vista la funzione pubblica dell’evento, l’associazione Modo legge nel crowdfunding la forma di finanziamento più adeguata per rendere tutti i cittadini partecipi di un progetto che li vede protagonisti. Un primo e fondamentale aiuto arriva proprio dagli abitanti e dai commercianti del luogo che hanno messo a completa disposizione i propri spazi: vetrine, terrazze, finestre, marciapiedi, parcheggi diverranno veri e propri laboratori creativi.

Durante la settimana, molteplici saranno le occasioni di “contaminazione” fra arte e città: una serata dal titolo “Storie Artistiche”, nella quale ciascun artista racconterà la propria disciplina; martedì 2 luglio l’evento finale “Tu sei qui”, durante il quale le opere prodotte verranno presentate alla cittadinanza e tutte le giornate di lavoro, quando alcuni gli artisti coinvolgeranno i passanti per la realizzazione delle proprie opere.

2000 euro entro il 24 giugno, questo l’obiettivo della raccolta “dal basso”. Per sostenerla (contributo a partire dai 5 euro) è necessario possedere una carta di credito, registrarsi su www.eppela.com, recarsi sulla pagina del progetto, scegliere il regalo che si vuole ricevere e fare l’offerta corrispondente. Se entro la data stabilita si sarà raggiunto l’obiettivo i soldi verranno effettivamente prelevati dai donatori, in caso contrario non avverrà alcuna transizione.

Tutti i fondi raccolti verranno destinati a sostenere le spese vive per realizzare Tu sei qui: pasti e alloggi, ma anche materiali necessari per creare le opere. Infatti, da cinque anni l’Artlab offre agli artisti selezionati tramite bando la partecipazione completamente gratuita.

Gli artisti selezionati da tutta Italia sono: Francesco Battaglia (Venezia), Ivan Boldrin (Cittadella), Elizabeth Broll (Trento), Laura Carraro (Udine), Giovanni Chiarot (Udine), Angelo De Ceglie (Milano), Manuel De Marco (Udine), Sara Del Fabbro (Udine), Silvia Franceschini (Trento), Matteo Grasso (Torino), Francesco Liberti (Roma), Matteo Locci (Roma), Gianluca Marinelli (Milano), Alessandro Pasquali (Trento), Vera Portatadino (Varese), Susanna Rumiz (Udine), Stefania Spanu (Sassari) e due artisti provenienti da Amburgo: Janine Schemmer e Felix Wendeburg.

“Tu sei qui – spiegano i ragazzi dell’associazione Modo – è il nostro modo di sostenere concretamente l’arte, la creatività e la cultura, ma è anche una forma di cittadinanza attiva, per questo abbiamo pensato che i cittadini sarebbero stati contenti di aiutarci, sostenendo a loro volta la creatività.
Abbiamo scelto via Cussignacco perché è la nostra via e al civico 36 si trova la sede del nostro collettivo, ma anche perché è una via di transito dove la gente passa assorta e veloce per andare o tornare dal centro storico di Udine. Vi abbiamo letto una sfida, che proviamo a realizzare in modo più o meno folle”.

L’ASSOCIAZIONE MODO

L’associazione culturale Modo è un collettivo formato da creativi e artisti che ha come obiettivo fondante quello di unire giovani di diverse discipline che nel confronto reciproco condividono passioni, talenti, idee l’uno dell’altro. Il campo d’azione è la città e i mezzi per interagire con essa sono l’arte e la creatività. Strumenti che aiutano a ripensare il contesto urbano non come luogo di puro transito, ma come l’insieme dei legami e delle relazioni che lo compongono.

Eventi