Share:

RESÒ – International Network for Artist Residencies and Educational Programs ad Artissima 21

Location : 
Torino
Artissima 21 – Musei in Mostra – Stand RESÒ Oval Lingotto, via Nizza 230, Torino Nell’ambito di Artissima, il network RESÒ presenta RESÒ traveling box ad Artissima, una mostra nomade che racconta l’esperienza di uno scambio d’arte tra Cairo, Rio de Janeiro, San Paolo, New Delhi, Cali e il Piemonte.

RESÒ traveling box
http://www.reso-network.net/BOX.htm

Seguendo l’idea de Il museo in valigia di duchampiana memoria e delle Time Capsules ideate tra il 1974 e il 1987 da Andy Warhol, RESÒ traveling box è una restituzione dell’esperienza degli artisti coinvolti nelle differenti edizioni della residenza, un vero e proprio Fluxus-kit, una sorta di archivio di memorie e tracce che si presenta come una scatola a sorpresa che contiene oggetti d’arte, video e multipli d’artista e che grazie a un libretto d’istruzioni, si trasforma in una mostra itinerante e “fai da te”, ricomponibile di volta in volta. Dopo la presentazione nell’ambito di Artissima, RESÒ traveling box sarà proposta alle istituzioni straniere coinvolte nel programma ma anche ad Accademie, centri d’arte e scuole di design. Non vincolati alla produzione, ma invitati allo studio e alla ricerca nel contesto di un nuovo orizzonte geografico, con metodologie e pratiche differenti, agli artisti è stato richiesto di progettare un oggetto-documento che racconti l’esperienza vissuta in residenza e che, di anno in anno, è confluito nella traveling box. Le tracce contenute nella box aprono riflessioni e visioni sulle linee di ricerca più aggiornate degli artisti contemporanei e si presenta come una narrazione che unisce i continenti, dal Sudamerica al Nord Africa, dall’India all’Europa, affiancando megalopoli a piccole città.

ARTISSIMA 21/Talks
LET’S TALK RESÒ 4 — Meeting Point
Sabato 8 novembre, h. 14

Oval Lingotto Fiere, via Nizza 230, Torino

Anche quest’anno ad Artissima l’esperienza di RESÒ sarà raccontata in un talk con la partecipazione di Dirk Snauwaert, Direttore di WIELS, Bruxelles (http://www.wiels.org).
Intervengono: Franco Amato (consigliere delegato, Fondazione per l’Arte Moderna e Contemporanea – CRT, di Torino), Gail Cochrane (direttore Arti Visive della
Fondazione Spinola Banna per l’arte di Poirino), Paolo Naldini (Direttore di Cittadellarte Fondazione Pistoletto, Biella) Lisa Parola (a.titolo, direzione artistica
del CESAC/Centro Sperimentale per le Arti Contemporanee, Caraglio). A conclusione dell’incontro sarà presentato il catalogo di host, un progetto espositivo ideato e realizzato dai partecipanti a CAMPO 13, corso per curatori della Fondazione Sandretto Re Rebaudengo nato nell’ambito delle attività di Resò.

LET’S TALK RESÒ4 with the artists — ZonArte
Sabato 8 novembre 2014, h. 19

Oval Lingotto Fiere, via Nizza 230, Torino

Talk con gli artisti RESÒ4 IN e OUT (Santiago Reyes Villaveces/residente a Cittadellarte – Fondazione Pistoletto, Biella; Giorgio Cugno /residente a Lugar a dudas, Colombia) e gli artisti di RESÒ/LAB: Vitalii Kokhan, Ivan Svitlychnyi con il curatore Sergii Kantsedal di Biruchiy Art Project, Ucraina (www.biruchiyart.com.ua).

 

RESÒ — Nato nel 2010 dal tavolo di co-progettazione tra diverse istituzioni per l’arte contemporanea in Piemonte, istituito, supportato e promosso dalla Fondazione per l’Arte Moderna e Contemporanea – CRT di Torino, RESÒ è un network di residenze internazionali per la mobilità degli artisti con una formula IN e OUT. I soggetti partner in Piemonte hanno iniziato una collaborazione con residenze attive nei territori urbani di Cairo, Rio de Janeiro, San Paolo, New Delhi e Cali dando vita a una piattaforma caratterizzata da una geografia dell'arte aperta alla ricerca, all’approfondimento e allo studio del contemporaneo.
Tra il 2010 e il 2014 sono stati coinvolti nel programma di RESÒ: Paola Anziché, Franco Ariaudo, Fatma Bucak, Ottavia Castellina, Giorgio Cugno, Dina Danish, Massimiliano e Gianluca De Serio, Frame Works Collective, Eva Frapiccini, Malak Helmy e Nida Ghouse, Francesca Macrì e Irene Pittatore, Jasmina Metwaly, Magdi Mostafa, Amilcar Packer, Alessandro Quaranta, Santiago Reyes Villaveces, Beto Shwafaty, Luisa Ungar, Sunil Vallu e Cosimo Veneziano.

Premi e Riconoscimenti— Con la ricerca iniziata nell’ambito di RESÒ Dina Danish (RESÒ 1 IN, Fondazione Spinola Banna per l’Arte) ha vinto il Premio Illy 2011,
Alessandro Quaranta (RESÒ 1 OUT, Townhouse Gallery) è stato invitato alla mostra collettiva Press Play. L’arte e i mezzi d’informazione alla Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, Luisa Ungar (RESÒ 3 IN, Cittadellarte-Fondazione Pistoletto) con On Vampires and Other Forms of Conviviality.
Almanac Projects, una pubblicazione che si presenta in forma di performance e reading ha esposto all’Almanaproject di Londra. Jasmina Metwaly (RESÒ 2 IN, CESAC, Caraglio), tra gli artisti inviati a rappresentare il Padiglione della Germania della prossima Biennale di Venezia, ha proiettato il video From Behind the Monument negli eventi collaterali della Berlinale 2014; Eva Frapiccini (RESÒ 2 OUT, Townhouse Gallery) ha presentato l’installazione Dreams' Time Capsule, esposta nel corso della sua residenza a Cairo, anche in altre importanti occasioni espositive presso Al Riwaq Contemporary Art Space, Adliya, Bahrain, 2014; Contemporary Art Center, Riga, Latvia, 2013; Jorge Taleo University Library, Bogotà, Colombia, 2013. Beto Shwafaty (RESÒ 2 IN, Eco & Narciso, Provincia di Torino) con la ricerca sul design della Olivetti avviata nel corso della residenza ha partecipato alla IX edizione della Mercosul Biennial, Porto Alegre, Brasil e al Museum of Modern Art, San Paolo, il collettivo Frame Works (Amit Mahanti e Ruchika Negi, RESÒ 3 IN, PAV) è stato invitato al Kran Film Resident di Bruxelles.
Malak Helmy e Nida Ghouse (RESÒ 3 IN, Fondazione Spinola Banna per l’Arte) hanno presentato il progetto Emotional Architecture a Beirut, centro espositivo e di ricerca internazionale del Cairo; Fatma Bucak (RESÒ 3, Townhouse Gallery) nell’ambito dell’esposizione organizzata per il Premio Illy 2013 al Castello di Rivoli-Museo d’Arte Contemporanea, presenta I must say a word about fear progetto nato nel corso della residenza a Cairo; in una mostra personale negli spazi della Galleria Alberto Peola, Cosimo Veneziano (RESÒ 3, Lugar a dudas) presenta Los Contrabandistas copiaron una escultura de mucho valor, il progetto concepito durante la sua residenza in Colombia.

La piattaforma RESÒ, promossa e sostenuta dalla Fondazione per l’Arte Moderna e Contempo-ranea-CRT di Torino, è composta da: Accademia Albertina delle Belle Arti diTorino; CESAC - Centro Sperimentale per le Arti contemporanee, Caraglio; Castello di Rivoli – Museo d’Arte Contemporanea; Cittadellarte – Fondazione Pistoletto, Biella; GAI – Associazione Circuito Giovani Artisti Italiani di Torino, Eco e Narciso, Provincia di Torino; Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, Torino; Fondazione Spinola Banna per l’Arte, Poirino; PAV - Parco Arte Vivente, Torino.

Eventi