Share:

Artefatto 10 - European Young Art Event (Trieste, 15 maggio - 2 giugno)

Location : 
Trieste
L’Area Educazione, Università, Ricerca, Cultura e Sport, insieme all’Ufficio Affari Internazionali e della Cooperazione del Comune di Trieste hanno messo a punto la decima edizione di questo percorso, volto al sostegno e alla promozione di artisti e creativi under 31, che è stato selezionato e co-finanziato nell’ambito del Programma “Gioventù in Azione” della Commissione Europea e che gode del patrocinio dell’Università degli Studi di Trieste.


ARTEFATTO
è uno dei filoni in cui trovano espressione le progettualità dei Poli di Aggregazione Giovanile del Comune di Trieste ed è un laboratorio permanente che, grazie alle partnership attivate e ai circuiti del GAI(Giovani Artisti Italiani) e della BJCEM(Biennale des jeunes créateurs de l’Europe et de la Méditerranée) di cui fa parte, dà vita ogni anno ad una mostra internazionale e a numerosi eventi collaterali.

A queste preziose collaborazioni si è aggiunto, quest’anno, il fondamentale apporto dei partner di progetto sloveni (Associazione per la cultura e l’educazione PINA_Capodistria), croati (Fondazione per l’incentivazione del partenariato e lo sviluppo della società civile_Pola, Associazione Giovanile ALFA ALBONA_Albona) e austriaci (Fondazione per l’educazione artistica interculturaleTHINCe Associazione culturale Durchblick Kűnstvermittlung_Salisburgo).

Coordinato dal Comune di Trieste questo network ha consentito di allargare i confini ed accrescere la dimensione europea di ARTEFATTO attraverso azioni condivise volte a sostenere la formazione dei giovani creativi e la diffusione dei loro progetti artistici.

Arte, musica, workshop, presentazione dei portfolio, incontri tematici compongono il ricco calendario di eventi che, in questa occasione, esplora i temi della creatività con un particolare focus sull’occupabilità in ambito artistico, la visibilità e la mobilità dei giovani che partecipano e collaborano, in diverse forme, allo sviluppo dell’articolato progetto. Intorno ad ARTEFATTO ruotano quest’anno più di 250 giovani e molti, grazie al progetto, saranno presenti a Trieste in occasione degli eventi inaugurali e nelle azioni programmate da qui alla fine di settembre.

Sono 85 le opere degli artisti, selezionati in diversi contest e di età compresa tra i 18 e i 30 anni, che espongono nelle tre sezioni in cui si articola la mostra:

  • ARTEFATTO10_RESET > Sala Selva di Palazzo Gopcevich > Via Rossini, 4 >
  • FRIENDS IN ART > Sala Giubileo > Riva III Novembre, 9 > espone i 15 artisti selezionati dai partner europei
  • PHOTOCARDS TRIESTE_nuove prospettive > Sala Giubileo > Riva III Novembre, 9 > espone i 12 fotografi selezionati nella III edizione del contest fotografico realizzato in collaborazione con Divulgando

Anche quest’anno uno speciale spazio è dedicato ai più piccoli con ArtefattoKids_RE/SET – teatrini multipli allestito presso il Civico Museo Teatrale “C. Schmidl”.

>>> TEMA
Questo è il concept (elaborato dal giovane Marco Castro)della decima edizione di Artefatto: Eseguito il RESET , si riparte! RESET, letteralmente risistemare. Ma anche azzerare, ripristinare, ristabilire, ricominciare. Fare piazza pulita perché il nostro cervello è saturo di informazioni. Ma come ogni riavvio che si rispetti ho bisogno di una base, di una certezza su cui fondarmi. Da cosa riparto dunque? Su quali principi, aspirazioni, sogni, utopie si fonda il mio RESET .

>>> SELEZIONE
Alla chiamata triestina si sono candidati 207 artisti di età compresa tra i 18 e i 30 anni (155 di nazionalità italiana e i restanti 52 di nazionalità albanese, austriaca, belga, camerunense, cipriota, croata, francese, greca, rumena, russa, serba, slovacca, slovena, spagnola, taiwanese, ucraina).

L’incremento di partecipanti è stato del 150% rispetto allo scorso anno dovuto all’apporto dei partner europei ma, soprattutto,alla possibilità di iscrizione on-line e alla diffusione del bando sui social.

La selezione di questo nucleo di opere è stata curata da una Commissione che per la prima volta vantava tra i suoi membri, un commissario proveniente dalla Croazia e un giovane artista.

La Commissione era formata da: Adriano Dugulin (Comune di Trieste_presidente), Giuliana Carbi (Trieste Contemporanea - Studio Tommaseo), Janka Vukmir (Institut for the Contemporary Art di Zagabria), Eugenio Bevitori (Comune di Trieste),Marco Cecotto (quota richiesta dal progetto europeo in rappresentanza dei giovani artisti).

Mostre