Share:

Affordable Art Fair e Warsteiner presentano gli Young Talents

Location : 
Milano
Scelti tra 600 candidature i 5 “Young Talents” a cui Warsteiner offrirà un “palcoscenico privilegiato” per entrare in contatto con le persone che contano nel mercato dell’arte


Si rinnova anche quest’anno l’impegno di Affordable Art Fair nel sostenere e promuovere i giovani artisti emergenti: 5 Young Talents e 9 Young Galleries, saranno ospitati nella sezione Young della fiera d’arte contemporanea accessibile, in programma a Milano dal 17 al 20 marzo 2016.

Gli Young Talents sono stati selezionati attraverso il concorso YOUNG TALENTS supported by Warsteiner, che ha registrato oltre 600 candidature.

Warsteiner, brand di birra tra i leader a livello internazionale, vicino al mondo dell’arte contemporanea, ha una grande attenzione per i giovani e crede nel loro potenziale, per questo motivo ha deciso di dare voce al talento di cinque artisti emergenti, offrendo loro l’opportunità di vivere un’esperienza da protagonisti insieme alle persone già affermate nel mondo dell’arte. Grazie al supporto di Warsteiner quattro artisti emergenti e uno street artist avranno infatti la possibilità di esporre le proprie opere in fiera ed esibirsi live ogni giorno alle 18.00 nello spazio Warsteiner.

“Siamo decisamente soddisfatti di questa operazione – commenta Luca Giardiello, Amministratore Delegato Warsteiner Italia – “Young Talents” rappresenta un tassello di  un percorso che Warsteiner ha intrapreso diversi anni fa con il concorso internazionale Blooom Award, per valorizzare e sostenere le giovani leve del panorama artistico a livello mondiale” 

A trionfare sono stati:

  • Cristina Gardumi (1° classificata) con le sue divertenti interpretazioni della realtà;
  • Francesca Lupo e Riccardo Schiavon (2° classificati a pari merito), la prima ha convinto la giuria con suoi colorati collage con atmosfere d’altri tempi, il secondo invece si è imposto grazie alle sue installazioni e ready-made;
  • Claudio Beorchia (3° classificato) con i suoi collage originati tratti da ritagli de Il Sole 24 Ore.

A loro si aggiunge il genovese Lord Nelson Morgan, vincitore della categoria street, scelto, come specifica il giurato Denis Curti, “per la qualità intrinseca del progetto e per la sua evidente potenzialità commerciale”.

Mostre