Share:

NEST Festival Torino, 27 ottobre 6 novembre 2016

Location : 
Torino

 

Abstract

NESXT è un progetto indipendente volto all’indagine dei centri indipendenti italiani di produzioneartistica, area vitale e fondamentale del sistema arte, zona di ricerca e sperimentazione inmetamorfosi continua; un microcosmo fatto di spazi no profit, collettivi, artist run spaces eassociazioni che sono avamposti e avanguardia del sistema creativo. NESXT si pone l’obiettivo di costruire un network internazionale con le realtà del settore,promuovendo studi e organizzando eventi volti alla promozione degli operatori e alla divulgazionedelle loro attività e pratiche presso il pubblico.

Già a partire dal suo nome NESXT incarna l’idea di rete (NET), insieme a quella di nido (NEST) edi futuro (NEXT). Tre termini che esplicano le tre anime del progetto:

 

  • NET: l’osservatorio dedicato al censimento e all’analisi delle realtà operanti nel settore,partendo dall’Italia per poi aprirsi all’internazionalità. Un’apposita schedatura consentirà dicostruire un database in progress e parallelamente monitorare e approfondire le dinamiche delcontesto no profit.
  • NEST: il festival che prende vita una volta l’anno, come momento di restituzione al pubblicodel lavoro annuale, volto a raccontare lo stato della ricerca e dell’identità artistica, culturale esociale attraverso esposizioni, eventi live e incontri nati dalla collaborazione con i soggetti chefanno parte del network.
  • NEXT: i progetti attivati su territorio nazionale e internazionale nel corso dell'anno che segue al festival, con scambi e collaborazioni tra diverse realtà no profit.



La prima edizione del festival NEST avrà luogo a Torino dal 27 ottobre al 6 novembre 2016, attraversando la settimana delle arti contemporanee. Il festival è articolato in due macro ambiti:una mostra principale e un circuito cittadino. La mostra principale si svolgerà presso Q35, ex spazio industriale situato in un’area dirigenerazione urbana contaminata da esperimenti e progettualità creative di varia natura, nellazona a cavallo di Aurora, Regio Parco e Barriera di Milano. I progetti espositivi presentati in mostra saranno scelti in seguito a una call nazionale che invita a presentare un progetto artistico informatodai concetti di ricerca e sperimentazione, ma soprattutto d’innovazione di tutti i linguaggi dell’universo contemporaneo e della loro contaminazione.Il comitato scientifico, coordinato da Olga Gambari e composto da Lorenzo Balbi, PietroGaglianò, Andrea Lacarpia, Giangavino Pazzola, Roberta Pagani e Marco Scotini, selezionerà i 20 progetti vincitori, che potranno esporre gratuitamente, oltre ad avere agevolazionie supporto per l’ospitalità.

NESXT è un progetto ideato e prodotto dall’Associazione ArteSera; main partner del progetto è laFondazione per l’Arte Moderna e Contemporanea CRT. Il progetto è patrocinato dal GAI.

 

ArteSera

ArteSera è una realtà indipendente torinese che opera nell’ambito della divulgazione culturale - con particolare attenzione alle arti contemporanee - promuovendo progetti editoriali ed eventi.L’Associazione ArteSera costituisce il versante no profit della ditta ArteSera Produzioni, nata comepiattaforma editoriale dedita alla divulgazione dell’arte e della cultura contemporanea.

Attraverso il freepress (pubblicato dal 2010 al 2015, primo di una serie di prodotti editoriali),l’organizzazione di eventi e la diffusione online, ArteSera si è configurata nel tempo come luogo di incontro e dibattito sui linguaggi contemporanei, coinvolgendo artisti e operatori del settore al finedi realizzare un progetto culturale partecipato e supportare le produzioni artistiche; in questa prospettiva, ogni numero del freepress diventava una sorta di mostra, sviluppando temi diversi aseconda delle uscite. Centrale in ogni numero era la Collezione ArteSera, la sezione del giornalededicata a raccontare gli artisti attraverso i loro progetti, sguardi, appunti: uno spazio liberodedicato ogni volta a un artista diverso, partendo dal territorio torinese. Proprio Torino, come laboratorio di arte e creatività diffusa, ha sempre rivestito un ruolofondamentale nell’attività di ArteSera, come testimonia la guida “le città che si chiamano torino”,pubblicata nel 2014: un omaggio alla città e alle sue molteplici identità, che si inserisce sulla scortadi un più ampio percorso di racconto sulla città che ha animato ArteSera fin dai suoi esordi.

ArteSera Produzioni è stata fondata da Annalisa Russo nel 2010; Olga Gambari ne coordina iprogetti editoriali e artistici.L’Associazione ArteSera è nata nel 2016 e i suoi membri sono Paolo Verri (Presidente onorario),Annalisa Russo (Presidente), Olga Gambari (Segretario), Adriano Da Re (Tesoriere).

 

Olga Gambari (Torino 1971): è curatore indipendente, critico d’arte e giornalista. Collabora dal 1996 con il quotidiano La Repubblica e dal 2001 con la rivista Flash Art. Dal 2010 è direttore del progetto editoriale www.artesera.it. Dal 2013 al 2015 è stato direttore artistico della manifestazione The Others (www.theothersfair.com). Ha sviluppato decine di progetti curatoriali per istituzioni pubbliche e spazi privati. Ha lavorato con molti giovani artisti così come con nomi storici, italiani e internazionali (Matthew Barney, Kara Walker, Kiki Smith, Ana Mendieta, Masbedo).

Annalisa Russo (Torino, 1978): si occupa di project management e comunicazione in ambito culturale. Nel 2010 ha fondato ArteSera Produzioni. Nel 2014 si è occupata della comunicazione strategica per la fiera The Others. Dal 2009 al 2011 è stata assegnista di ricerca presso il Politecnico di Torino; dal 2007 al 2011 è stata coordinatrice organizzativa e membro della commissione didattica del Master Universitario del Politecnico di Torino in Management, Marketinge Multimedialità per i beni culturali. Nel 2008 ha conseguito il Ph.D. in Estimo e valutazioni economiche presso il Politecnico di Torino.

Allegati: 
Eventi