Matteo Ciccioli

Arti Visive
Scrittura
Teatro
Matteo
Ciccioli
Città
Roma
Nazione di nascita
Italia
Provincia
Roma
Età
32
Profilo

Matteo Ciccioli

Nato a Foligno, si forma inizialmente con i laboratori teatrali organizzati dalla compagnia Zoe Garage. Nel 2014 partecipa al progetto “Attraversamenti Smarriti” presso il festival Armunia di Castiglioncello e nel 2016 a  “La Germania che ho in mente”a Berlino, sotto la direzione di Maurizio Lupinelli. Dopo la laurea in Informatica all'Università di Perugia frequenta la Civica Accademia d’arte Drammatica “Nico Pepe” a Udine, dove consegue il diploma con merito nel 2019.

Nel 2020 viene ammesso al corso di Alta Formazione “Il ritmo drammatico" promosso dal Fondo Sociale Europeo con la Societas (Ex Societas Raffaello Sanzio), dove ha l’opportunità di conoscere Chiara Guidi, Teodora, Claudia e Romeo Castellucci.

Altri importanti artisti e pedagoghi che hanno contribuito alla sua formazione sono Danio Manfredini, Massimiliano Civica, Rita Frongia, Jared McNeill, Roberto Latini, Spiro Scimone e Francesco Sframeli.

Nel 2020 fonda la “Compagnia Sclapaduris” con alcuni ex compagni d’accademia, il loro primo lavoro “Attenti al Loop - Anatomia di una fiaba” viene presentato in anteprima a Roma, per il festival Dominio Pubblico, è scelto da Kilowatt Festival per il progetto “Residenze artistiche 2020”, e nel 2021 partecipa a Mittelyoung, neonata rassegna del festival Mittelfest ed è finalista al premio Direction Under30 promosso dal Teatro Sociale di Gualtieri. Debutta in radio con il radiodramma “Pentesilea per voci a distanza”, prodotto dalla Societas con la regia di Chiara Guidi, trasmesso su RadioRai 3 nel programma “Teatri in prova” condotto da Laura Palmieri. Nel 2021 viene ammesso al percorso di formazione “Campus laFucina” promosso dal Teatro Stabile del Veneto, in collaborazione con Slowmachine Teatro, e Agrupacion Senor Serrano promosso dal F.S.E. dove incontra Pau Palacios e Stefania de Santis. Sempre nel 2021 lo spettacolo “La Corsa”, spettacolo di cui è autore, viene co-prodotto da Spazio Zut!, e partecipa all’Umbria Factory Festival e Festival dei due mondi di Spoleto.

Come interprete, viene diretto da Mario Perrotta, nello spettacolo “Caporetto non si può dire”, produzione compagnia Mario Perrotta, da Emiliano Pergolari in “Memory Box” prodotto dalla compagnia Zoe/Zut e Da Claudio de Maglio nello spettacolo Odissea Odissee, saggio finale del triennio dell’Accademia Nico Pepe in cui interpreta il ruolo di Odisseo.