Manfredi Clemente

Musica Classica E Contemporanea
Musica Elettronica
Teatro
Manfredi
Clemente
Città
Palermo
Nazione di nascita
Italia
Provincia
Palermo
Età
33
Profilo

Manfredi Clemente è un compositore di musica concreta, artista sonoro e sound designer di base a Palermo (IT). Il suo lavoro di ricerca teorica e artistica si concentra sul concetto di immagine sonora, sulla sua fenomenologia, sul suo carattere evocativo, sulla sua spazialità. Proprio su questi temi si articolano i suoi studi tanto musicologici quanto compositivi, inclusi il MRes e il PhD che conclude, sotto la supervisione di Jonty Harrison, presso la University of Birmingham (UK) nel 2017. L’idea di esplorazione del suono da parte dell’ascoltatore guida il lavoro compositivo di Clemente, un’esplorazione che diviene occasione di riflessione sul valore simbolico dell’auditum e chiave di un ascolto metessico, partecipato.

Negli anni spesi a Birmingham lavora con il B.E.A.S.T. – Birmingham ElectroAcoustic Sound Theatre come compositore e interprete; fra il 2011 e il 2016 ha curato le installazioni dell’acousmonium del FMC – Festival di Musica Contemporanea di Cagliari per conto dell’Ass. Amici della Musica di Cagliari. Il suo interesse per l’applicazione delle tecniche e della cura tipiche dell’acusmatica ad altri campi artistici (teatro, performance, danza) lo ha portato a curare il sound design e le musiche per vari spettacoli e a collaborazioni frequenti con artisti visivi e compagnie teatrali fra cui Johannes Erath, LOT-EK, Wild are the Donkeys, Marìka Pugliatti, Teatro Soggettile. Dal 2017 al 2019 ha lavorato presso la Fondazione Teatro Massimo di Palermo in qualità di tecnico audio-visivo, curando e collaborando alla regia sonora e video di varie produzioni di larga scala; fra il 2020 e il 2021 ha lavorato per la stessa Fondazione come responsabile dell'audio e ingegnere del suono per le attività di streaming, collaborando con direttori d'orchestra del calibro di Omer Meir Wellber, Riccardo Muti, Marc Albrecht, Roberto Abbado, Daniele Gatti.

Ha suonato e la sua musica è stata eseguita in numerosi festival internazionali, fra cui: Festival Futura di MOTUS, Audio Art Circus di Osaka, Festival Di_Stanze, Forum Wallis - Ars Electronica, MUSLAB, BEAST FEaST. Il suo lavoro ha ottenuto vari riconoscimenti fra cui: primo premio al Prix Presque Rien 2019, Prix Banc d'Essai 2018, finalista al premio Franz Liszt 2017, finalista al premio Destellos 2015, primo premio al Festival Di_Stanze 2014.

Al momento, parallelamente all'attività di composizione e ricerca, lavora come ingegnere del suono freelance e come docente di Composizione Musicale Elettroacustica presso il Conservatorio Rossini di Pesaro.