FARÒ SIMONE, GILLONO FILIPPO, POSSIDENTE PAOLO (PIETRA TONALE)

Altro
Musica

FARÒ SIMONE, GILLONO FILIPPO, POSSIDENTE PAOLO (PIETRA TONALE)

Destinazione

-

Periodo
Partiti
Il progetto (e info su ente)

IL PROGETTO

European Club Tour è un tour di concerti realizzati in tutta Europa, organizzato dall'associazione Pietra Tonale nelle seguenti nazioni: Italia, Germania, Austria, Slovenia, Polonia, Lituania, Lettonia, Paesi Bassi. Il trio formato da 2 chitarristi e un batterista, in rappresentanza dell'intero collettivo di musicisti di Pietra Tonale, ha effettuato a luglio 2020 una serie di 13 concerti in alcuni dei live club punto di riferimento per la scena Europea di musica creativa, sperimentale, improvvisata e d’avanguardia. L’intento del progetto è di sviluppare nuove connessioni, talvolta multidisciplinari, con artisti provenienti da contesti culturali e discipline artistiche differenti e rendere produttiva la rete di contatti internazionali in termini di organizzazione di performance live e realizzazione di lavori discografici.

ENTE OSPITANTE

PAS è uno spazio e un luogo d'arte multidisciplinare. Dal 2017 offre un ricco programma di concerti, performance, workshop, seminari e mostre. Lo spazio ospita prevalentemente lavori nel campo dell'arte & musica contemporanea e sperimentale. L’obiettivo è quello di lavorare costantemente per costruire relazioni internazionali nel campo dell'arte contemporanea indipendente. Tra gli altri obiettivi emergono lo sviluppo della cultura locale e una piattaforma per nuove idee.

 

Intervista

Raccontateci: com’è nato il vostro progetto?

Il progetto è nato nel periodo appena precedente al lockdown: avevamo preso un po’ di contatti per esibirci in alcuni locali all’estero, in particolare in Germania, poi però c’è stata subito la chiusura. Noi non ci siamo arresi, e a maggio abbiamo ripreso i contatti: in breve tempo le date sono diventate tredici, in nove diversi paesi europei. C’era davvero tanta voglia di ricominciare a esibirsi e ad assistere ai concerti.

E così siete partiti…

Siamo partiti a luglio del 2020, un po’ preoccupati perché ancora le regole sugli spostamenti non erano molto chiare: abbiamo sfidato un po’ la fortuna, soprattutto perché viaggiavamo su una macchina che aveva più di 300 mila chilometri! Ma tutto è andato benissimo, nessuno ci ha mai fermato e la macchina ci ha riportati a casa sani e salvi.

Quindi, oltre all’emozione della musica, c’era anche quella del viaggio?

Sì, è stato un vero e proprio viaggio on the road. Abbiamo fatto 7000 chilometri. Arrivavamo al pomeriggio, la sera suonavamo e ripartivamo per una nuova tappa. E così abbiamo attraversato tutta l’Europa, quasi senza fermarci.

E com’è andato il tour?

Il tour è andato benissimo, c’era tantissima voglia di riprendere le esibizioni dal vivo. Abbiamo suonato in vari club medio piccoli, in alcuni casi il nostro era il primo concerto della stagione dopo la riapertura, perciò siamo stati accolti con grandissimo entusiasmo. È stato davvero molto bello.

Il progetto ha generato anche una rete di connessioni.

Sì, uno degli obiettivi era proprio quello di creare una rete di interscambio culturale tra gli artisti. Abbiamo preso contatti con alcuni musicisti perché vengano a suonare a Torino. L’intento non è solo quello di promuovere la nostra musica ma anche e soprattutto quella degli altri artisti.

Ed è andata così bene che avete deciso di ripartire. 

Esatto, faremo un altro tour anche quest’anno perché l’esperienza è stata così bella che vogliamo ripeterla. Non torneremo nelle stesse città dello scorso anno, a parte Vienna e Berlino, ma andremo in Polonia, Repubblica Ceca e Croazia. Faremo dieci date, viaggeremo sempre in macchina – ma non con la stessa macchina, questa volta la cambiamo! – ripetendo anche l’esperienza on the road.

Quali sono i nuovi progetti oltre al tour?

Dopo la bellissima esperienza del tour abbiamo deciso di formare un trio, chiamato NASO2, e nel nostro spazio “Casa Tonale” abbiamo registrato “ISOKSELE”, un album di musica sperimentale manifesto della nostra attuale ricerca timbrica. 

Inoltre durante il tour abbiamo avuto modo di registrare diverse performance e una volta ritornati a Torino abbiamo deciso di pubblicarle per l'etichetta “Pietra Tonale”, in particolare a fine anno uscirà il live che abbiamo fatto al Kirtmu Kulturas Centras a Vilnius.

Pietra Tonale 1

 

Pietra Tonale 2