Francesca Proia

Danza
Francesca
Proia
Città
Ravenna
Provincia
Ravenna
Età
45
Profilo
Curriculum Francesca Proia – nata a Ravenna l’1.4.1975 Studia la danza classica (Ravenna, Montecarlo), poi contemporanea, principalmente con Monica Francia, Lucia Latour, Dominique Dupuy. Studia la danza buto con Masaki Iwana, Daisuke Yoshimoto, Carlotta Ikeda, Yoko Muronoi. 1992-1998: Lavora con Monica Francia, danzando in tutti gli spettacoli, tra i quali: “Fragole e sangue” (1994) – che vince il concorso Iceberg e partecipa alla Biennale dei giovani artisti a Lisbona ; “Collera incollata al cuore” (1996); “Ritratti” (1997) – col quale Monica Francia vince il premio “Danza & Danza”, stagione 97-98; “Oracolo rituale” (1998). 1995: Sempre con le coreografie di Monica Francia, danza nello spettacolo “Ippolito” di Ermanna Montanari (Ravenna Teatro) e riceve una segnalazione al Premio Ubu come attrice non protagonista. 1997: lavora con Masaki Iwana, danzando nello spettacolo “Misogi” (Parigi, Colonia). Dal 1998 crea autonomamente la propria danza, e inizia la collaborazione con la compagnia TCP (Tanti Cosi Progetti) di Ravenna, partecipando a: “Hansel e Gretel”, “Lola Montes” e “Le ceneri di Lola Montes”, spettacoli che vengono rappresentati in Italia e all’estero. 1999: con l’assolo “Mélisande” vince il primo premio al Concorso Internazionale di danza di Bologna (dicembre). 2000: crea l’assolo “Can Can Live”, che riceve una segnalazione speciale al concorso RAM 2000 (organizzato dall’Associazione Culturale Mirada e dal Comune di Ravenna)ed un premio al “Sakharoff”2001. “Can Can Live” è stato recentemente presentato in diversi festival, tra i quali: “Ammutinamenti”, “Lavori in pelle” diretti da Monica Francia, al Festival “Danza buto: prima festa” diretto da Silvia Rampelli” (Roma), Teatri90 (Milano), Contrappunti (Torino) diretto da Natalia Casorati. Luglio 2001: presenta il nuovo solo “Black out my love” al festival Lavori in pelle. Con quest’ultimo solo vince il concorso RAM 2001. Collabora con Silvia Rampelli, danzatrice e responsabile della compagnia “Habillé d’Eau”, creata da Masaki Iwana nel 1996.