Martina Di Trapani

Martina Di Trapani

  • ARTI VISIVE
  • CINEMA
  • FOTOGRAFIA
  • GRAFICA
  • MODA
  • PITTURA
  • SCRITTURA
  • VIDEO
  • VIDEO ARTE

Nato a: Palermo

Vive a: Torino - Torino

Età: 33

Sito internet: http://martinaditrapani.tumblr.com

Biografia

 SHORT BIOMartina Di Trapani artista e giornalista. Nata a Palermo vive e lavora a Torino. Alla variata attività artistica; collabora con la rivista Cronaca Vera, dove cura la rubrica Martina Love, le lettere e le illustrazioni formano l'imprinting per la sua ricerca.

Biografia completa
Alla variata attività artistica; collabora con la rivista Cronaca Vera, dove cura la rubrica Martina Love, le lettere e le illustrazioni formano l'imprinting per la sua ricerca. Sempre su Cronaca Vera illustra con lo pseudonimo Amos Klein, storie scottanti e riservate sulla sessualità. Inoltre collabora con la rivista Juliet Art Magazine con una pagina dedicata all'arte contemporanea dal titolo Sicilia Mon Amour. Scrive e illustra la rubrica CineClub su Tribeart. Cura un blog "workinlove.tumblr.com" sul tema dell'Amore, che è molto spesso la base del suo lavoro artistico, con cui realizza varie mostre personali e collettive in Italia. In uscita il suo libro Work in Lovesito webmartinaditrapani.tumblr.com


Come un’attrice davanti alla macchina da presa, io con i miei colori recito un monologo autobiografico, raccontando la mia storia. Sono momenti di vita reale che vengono trasportati  in un ambito onirico, quasi fantastico.

Il contrasto tra la forza dei sentimenti e la leggerezza  con cui questi vengono raccontati ci fanno allontanare dalla realtà (che era il punto di partenza) e ci conducono in una dimensione surreale, fatata, quasi magica. Una dimensione dove la musica si fa immagine, l’immagine si fa emozione, l’emozione diventa colore.  Un tempo che ancora deve venire, che deve prendere vita e forma ma che già si arricchisce dell’intuizione presente di una persona che vuole esserne protagonista assoluta. Tutte le suggestioni sono racchiuse in un piccolo formato che rende ancora più sorprendente la scoperta di questo racconto che corre veloce.