Residenze di Fotografia in Italia 2

PANORAMI CONTEMPORANEI E LUOGHI IN TRASFORMAZIONE

RESIDENZE DI FOTOGRAFIA IN ITALIA

II edizione, 2019/2020
MILANO - PADOVA - PARMA

 

Un progetto del
Comune di Milano

in partenariato con
GAI Associazione Circuito Giovani Artisti Italiani
MUFOCO Museo di Fotografia Contemporanea

in collaborazione con
Comune di Padova, Comune di Parma

Con il sostegno del MiBACT e di SIAE, nell’ambito del programma “Per Chi Crea”

 

1. PREMESSE

Nata per supportare uno dei linguaggi più efficaci di ricerca espressiva dei creativi emergenti, l’iniziativa Residenze di Fotografia in Italia intende attuare un viaggio lungo la penisola attraverso la raccolta di immagini di artisti e artiste under 35 che sappiano realizzare fotografie rappresentative di Panorami contemporanei e luoghi in trasformazione.

Dopo gli interessanti risultati della prima edizione, l’iniziativa 2019/2020 mira a implementare il programma e ad allargare l’indagine sul territorio per sviluppare una raccolta ideale fatta di nuove visioni capaci di raffigurare in modo incisivo le accelerazioni e i cambiamenti che influenzano il nostro modo di vivere nelle città del presente, indagarne criticità e potenzialità, registrare le sfide, anticipare i cambiamenti del futuro.

Grazie alla partecipazione di rete, il progetto viene ospitato in più sedi per la realizzazione di residenze che possano restituire nuove chiavi di lettura e narrazioni inconsuete sulle trasformazioni che stanno interessando il nostro Paese. L’iniziativa si completa con il coinvolgimento di enti che presentano specifiche competenze nell’ambito di riferimento e affinità di intenti per garantire un plusvalore in termini di contenuti, processi e risultati.

 

2. ORGANIZZATORI

Enti promotori:

  • Comune di Milano - capofila nazionale
  • GAI Associazione per il circuito dei Giovani Artisti Italiani - partner organizzativo
  • MUFOCO Museo di Fotografia Contemporanea - partner scientifico

Collaborazioni istituzionali:

  • Comune di Padova
  • Comune di Parma

Con il sostegno del MiBACT e di SIAE, nell’ambito del programma “Per Chi Crea”

 

3. CONCEPT

Il Concorso Residenze di Fotografia in Italia 2019/2020 mira a sostenere i giovani talenti della fotografia italiana, offrendo loro un’opportunità di ricerca e creazione in contesti caratterizzati da trasformazioni economiche, sociali, culturali e architettoniche restituendo, al tempo stesso, uno sguardo sui percorsi di cambiamento in atto nelle nostre città.

Il progetto Panorami contemporanei e luoghi in trasformazione nel suo complesso si propone di indagare con l’arte e la fotografia ambiti oggetto di rigenerazione, spesso promossi da amministrazioni pubbliche con l’intento di creare un equilibrato rapporto tra bisogni sociali, attività produttive, creatività e ambiente, determinanti per la crescita culturale delle comunità.

Un tema, quello del paesaggio urbano e dei suoi mutamenti, che rappresenta un fertile ambito di esplorazione artistica e di sperimentazione dei linguaggi, e che offre alle nuove generazioni la possibilità di misurarsi con approcci interpretativi diversi per dar vita a inediti narrazioni del presente.

 

4. OBIETTIVI

Il progetto Panorami contemporanei e luoghi in trasformazione mira a:

  • promuovere e stimolare la ricerca artistica contemporanea, favorendo occasioni di crescita professionale, attraverso la committenza a giovani artisti-fotografi;
  • implementare una raccolta iconografica e di documentazione artistica sui processi di trasformazione sociale, culturale, architettonica e urbanistica in atto nelle città e nei territori;
  • promuovere la conoscenza e la fruizione dei paesaggi contemporanei e delle loro peculiarità coinvolgendo le comunità;
  • promuovere e sostenere la produzione artistica delle giovani generazioni;
  • favorire lo scambio interculturale;
  • avvicinare nuovi pubblici ai linguaggi contemporanei;

 

5. DESTINATARI

Il concorso è rivolto a giovani fotografi e fotografe e/o ad artiste e artisti attivi nel campo delle arti visive, di età compresa tra i 18 e i 35 anni compiuti (ovvero che non abbiano ancora compiuto il 36° anno di età), residenti in Italia (inclusi i soggetti di nazionalità non italiana), che operano con obiettivi professionali utilizzando il mezzo fotografico.
I requisiti soggettivi di cui sopra devono essere posseduti alla data di scadenza del termine stabilito nel presente bando di concorso per la presentazione della domanda di partecipazione.

È possibile presentare una sola candidatura, in forma singola e a titolo individuale.

Il candidato può partecipare con uno pseudonimo, ma dovrà inviare il modulo di partecipazione con la sua vera identità, che verrà resa pubblica solo con il suo assenso.

 

6. FORMAT DEL PROGETTO

Complessivamente il progetto prevede:

3 città italiane oggetto di indagine
3 residenze individuali di ricerca e produzione (minimo 10 giorni)
1 residenza collettiva finale di studio-analisi-editing (1 settimana)
6 vincitori/vincitrici individuati tramite bando nazionale (2 per città)
1 coordinatore scientifico e curatore nazionale
3 referenti-tutor locali
1 borsa di residenza per ciascun/a vincitore/vincitrice
1 esposizione collettiva finale con catalogo

 

7. LE RESIDENZE

I FASE - residenze individuali locali

Ciascun vincitore/vincitrice sarà invitato a trascorrere un periodo di ricerca e produzione di minimo 10 giorni (da concordarsi con gli organizzatori), nella città che gli sarà assegnata, dove si interfaccerà con un/una referente avente funzioni di tutor.

Al termine della residenza individuale ciascun vincitore/vincitrice dovrà aver prodotto tutto il materiale necessario per la successiva realizzazione di una serie di opere compiute (stampe fotografiche, proiezioni, installazioni, video, etc.) che saranno utilizzate per la mostra collettiva finale ed eventuali altri fini espositivi, in numero e formato da concordare con il Coordinatore Scientifico nazionale, nel corso della II FASE del programma.

Durante la residenza i vincitori/le vincitrici dovranno inoltre redigere una relazione corredata da materiale fotografico/video (possibilmente ad alta risoluzione) a testimonianza dell’esperienza vissuta. Si richiede la disponibilità a supportare la comunicazione del progetto generale tramite i propri canali web e social e secondo le indicazioni che verranno fornite dagli Enti Promotori.

Informazioni sulle Residenze nelle rispettive città di destinazione:

 

MILANO
Contesti di avvio dell’indagine fotografica > i luoghi oggetto del processo di discussione sull’aggiornamento del Piano di Governo del Territorio, ovvero 12 nodi di interscambio (Comasina, Bovina, Stephenson, Cascina Gobba, Centrale, Garibaldi, San Donato, Rogoredo, Famagosta, Bisceglie, Lampugnano, Molino Dorino) piattaforme di sviluppo e accesso all’area metropolitana e 6 piazze poste indicativamente lungo l’asse della linea filotramviaria circolare 90/91 caratterizzate da elevata accessibilità (Loreto, Maciachini, Lotto, Romolo, Trento e Corvetto)
Ente di formazione e accompagnamento > Museo di Fotografia Contemporanea MUFOCO
Tutor > Pietro Baroni

PADOVA
Contesti di avvio dell’indagine fotografica > l'area individuata si configura urbanisticamente come "quartiere-porta" di collegamento con il centro cittadino e si concentra in una porzione della città che si estende tra la Stazione FF.SS e il quartiere Arcella (a nord) e l'area di Piazza de Gasperi (a sud) verso il centro storico.
Enti di formazione e accompagnamento > Università degli Studi di Padova - Corso di laurea aggregato discipline delle arti, della musica e dello spettacolo e Scienze dello spettacolo e produzione multimediale; Master U-rise di IUAV Venezia
Tutor > Caterina Benvegnù

PARMA
Contesti di avvio dell’indagine fotografica > due dei distretti socio-culturali coinvolti nelle azioni di Parma Capitale Italiana della Cultura 2020 ovvero Quartiere San Leonardo, Workout Pasubio e Officine On/Off | Distretto Imprese Creative e Rigenerazione urbana; Quartiere Montanara | Distretto del Cinema
Enti di formazione e accompagnamento > Università degli Studi di Parma - Dipartimento di Discipline Umanistiche, Sociali e delle Imprese Culturali - Unità di Arte Musica e Spettacolo; Centro per le Attività e le Professioni delle Arti e dello Spettacolo (CAPAS)
Tutor > Antonio Maria Tedeschi

 

II FASE (residenza collettiva nazionale ed evento/mostra finali)

Successivamente i/le 6 vincitori/vincitrici saranno invitati a trascorrere un ulteriore periodo di studio e confronto nella Città capofila nazionale (1 settimana/7 giorni), la Residenza collettiva verrà seguita da un coordinatore-curatore scientifico nazionale e sarà propedeutica alla presentazione dei risultati finali di tutto il percorso e all’allestimento della mostra finale.

Al termine del periodo di residenza collettiva ciascun vincitore/vincitrice dovrà consegnare i file digitali di tutte le opere e/o dei testi prodotti, in alta risoluzione e liberi da diritti per fini espositivi, pubblicazioni editoriali, divulgazione on-line, materiali illustrativi e promozionali.

I lavori individuali realizzati nelle tre città italiane e i risultati della residenza nazionale finale verranno presentati durante un evento dedicato che si svolgerà a conclusione del periodo di Residenza collettiva nella città capofila. Tutte le attività previste in questa II fase si svolgeranno secondo il seguente schema di luoghi e soggetti coinvolti.

 

MILANO
Spazio residenza e mostra > Fabbrica del Vapore FDV
Ente di formazione e accompagnamento > Museo di Fotografia Contemporanea MUFOCO
Coordinamento scientifico nazionale, curatela e tutoraggio > Matteo Balduzzi
Coordinamento tutor locali > Diletta Zannelli

 

8. BENEFICI PER ARTISTI/E

A ciascun/a vincitore/vincitrice verrà offerta la possibilità di svolgere le due fasi di Residenza sopra descritte e di presentare i propri lavori nell’evento pubblico finale tramite l’assegnazione di una borsa di studio. Le borse consistono nell’attribuzione di una somma forfettaria di Euro 2.300,00 (duemilatrecento/00) ciascuna e prevedono ognuna la realizzazione di una ricerca fotografica inedita da sviluppare nei periodi previsti dal cronoprogramma del progetto Panorami contemporanei e luoghi in trasformazione.

L’alloggio e lo spazio di lavoro per la Residenza collettiva nazionale finale verranno garantiti gratuitamente dalla Città capofila presso proprie strutture.

Ciascun/a artista lavorerà con equipaggiamento tecnico professionale di sua proprietà.

Qualora il/la candidato/a faccia parte di un gruppo, duo o collettivo verrà accettata la candidatura del/della singolo/a artista che sarà l’unico/a beneficiario/a della borsa.

Le opere per la mostra nazionale, il relativo allestimento presso la sede espositiva finale, la presentazione dei risultati complessivi e le pubblicazioni correlate saranno curati e prodotti dagli Enti Promotori secondo le modalità concordate con il coordinamento scientifico, anche al fine di valutare l’eventuale successiva circuitazione all’interno di altri eventi nazionali.

Le opere realizzate per la mostra finale rimarranno di proprietà del vincitore/della vincitrice che ne tornerà in possesso a conclusione degli eventi espositivi e divulgativi promossi dagli Enti Promotori, il ritiro sarà a carico dell’autore/dell’autrice.

E’ prevista la realizzazione di una pubblicazione (catalogo cartaceo o digitale) a cura degli Enti promotori.

Le città ospitanti le residenze individuali potranno inoltre valutare, ove possibile, la realizzazione di iniziative di visibilità locali (es. workshop, incontri con scuole e accademie, singole esposizioni).

 

9. CRONOPROGRAMMA ATTIVITÀ

Novembre 2019 > lancio bando per artisti/e
Gennaio 2020 > scadenza bando e avvio iter di selezione

Febbraio 2020 > proclamazione vincitori e pubblicazione risultati

Marzo-Aprile 2020 > periodo di svolgimento delle Residenze individuali nelle città

(minimo 10 giorni da concordare)

Maggio 2020 > residenza collettiva nazionale (1 settimana da concordare)

Giugno 2020 > produzione e allestimento mostra finale con presentazione dei risultati

Luglio 2020 > pubblicazione catalogo

 

10. MODALITÀ DI PARTECIPAZIONE

Per partecipare alle selezioni i/le candidati/e dovranno presentare i seguenti DOCUMENTI E MATERIALI:

  • Modulo di partecipazione (modello standard scaricabile dai siti degli enti promotori)
  • Curriculum professionale, con eventuale indicazione di link a siti web personali
  • Portfolio dei lavori realizzati
  • Lettera motivazionale di partecipazione, con esplicitazione delle proprie ipotesi di ricerca artistica e delle possibili declinazioni sui luoghi delle residenze (max 2 cartelle)
  • Copia digitale di un documento d’identità valido


Tali documenti e materiali dovranno essere presentati in formato digitale (.doc - .jpg - .pdf) raggruppati in un’unica cartella compressa in formato .zip che riporti il nome del candidato.

Ogni candidatura, predisposta secondo le specifiche di cui sopra, dovrà essere inviata in una unica soluzione esclusivamente con una delle seguenti modalità, specificando nell'oggetto “CANDIDATURA RESIDENZE DI FOTOGRAFIA 2019/2020”:

  • come allegato, (peso massimo 7 MB) tramite casella di posta elettronica certificata e invio all'indirizzo PEC della segreteria: certificata [at] pec [dot] giovaniartisti [dot] it
  • utilizzando servizi di file transfert via email quali We Transfer, Dropbox o similari (che rilascino ricevuta di download) all’indirizzo email: gai [at] comune [dot] torino [dot] it
  • in busta chiusa registrata su CD/DVD/chiave USB, tramite raccomandata a/r con prova di consegna o corriere privato con prova di consegna all’indirizzo: Segreteria Nazionale Associazione GAI - Palazzo ex Curia Maxima, Via Corte d'Appello 16 - 10122 Torino (Italia)


Le candidature dovranno essere presentate in lingua italiana.

Non saranno prese in considerazione candidature e documenti trasmessi con modalità diverse da quelle indicate nel Bando.

La segreteria registrerà ciascuna candidatura alla ricezione dei file che verranno considerati definitivi. Non saranno ammessi invii multipli nè sostituzioni successive nè ulteriori rettifiche.

 

11. SCADENZA DEL BANDO E TEMPISTICHE

Le candidature, predisposte secondo le modalità di cui al punto 10, dovranno pervenire entro e non oltre le ore 15.00 (ora italiana) di giovedì 16 gennaio 2020.

Il termine di scadenza per la presentazione delle candidature è relativo a data e ora di avvenuta ricezione da parte della Segreteria del Concorso (non faranno fede data di invio e/o timbro postale).

I nomi dei vincitori/delle vincitrici verranno resi pubblici indicativamente a partire dal mese di Febbraio 2020 al termine delle procedure di verbalizzazione, secondo i tempi tecnici necessari e i calendari lavorativi disponibili.

 

12. COMMISSIONE E CRITERI DI SELEZIONE

La valutazione delle candidature e l’individuazione dei vincitori/delle vincitrici compete ad una Commissione nazionale formata da esperti ed esperte del settore, rappresentanti degli Enti Promotori e referenti-tutor di ogni città insieme con il titolare del coordinamento scientifico nazionale.

La Commissione, il cui giudizio è vincolante e insindacabile, proclamerà i vincitori/le vincitrici e attribuirà a ciascuno/a la sede di ricerca individuale.

Non potranno partecipare alla commissione parenti e affini fino al terzo grado del candidato, nonché soggetti che abbiano un qualsiasi rapporto di lavoro con uno o più candidati/e, ovvero con le società in cui uno o più candidati/e abbiano partecipazioni dirette o indirette.

La Commissione, che si avvarrà di una Segreteria Tecnica per l’organizzazione e l’istruttoria delle proposte pervenute, potrà chiedere eventuali chiarimenti o integrazioni alla candidatura presentata.

La Commissione opererà sulla base delle finalità fondanti del Concorso e individuerà i vincitori/le vincitrici secondo i seguenti INDICATORI DI VALUTAZIONE:

  1. Lettera motivazionale e qualità, pertinenza, originalità delle ipotesi di ricerca
  2. Curriculum artistico
  3. Portfolio


Gli Enti Promotori comunicheranno l’esito del Concorso direttamente ai vincitori/alle vincitrici e provvederanno contestualmente alla pubblicazione dei loro nomi sui siti www.giovaniartisti.itwww.mufoco.org per darne visibilità.

Eventuali informazioni aggiuntive sul Concorso saranno pubblicate sui siti degli Enti promotori.

Non sono previste graduatorie.

Non verranno rilasciati giudizi e/o commenti e/o motivazioni individuali.

In caso di rinuncia e/o intervenuta impossibilità a svolgere la residenza da parte di uno o più vincitori/vincitrici, la commissione si riserva il diritto insindacabile di nominare altri beneficiari attingendo dalla rosa dei candidati.

La commissione si riserva il diritto di non assegnare (o assegnare parzialmente) le borse di studio qualora le candidature ricevute non siano ritenute meritevoli o non rispettino i requisiti del presente Bando.

 

13. TERMINI DI ESCLUSIONE

L’esclusione automatica dal Concorso, oltre che per inosservanza di quanto prescritto dal Bando, potrà essere causata dal verificarsi di una delle seguenti condizioni:

  • Mancato rispetto delle modalità e dei termini previsti dal Bando
  • Assenza dei requisiti di partecipazione (di cui al punto 5)
  • Candidature e documenti trasmessi con modalità e tempistiche diverse da quella previste nel Bando
  • Candidature incomplete, supporti digitali e/o file non leggibili, qualora il candidato non sia in grado di regolarizzarsi nel termine indicato dalla Commissione

 

14. MODALITA’ DI EROGAZIONE DELLE BORSE PER LO SVOLGIMENTO DELLE RESIDENZE

Le borse saranno erogate ad ogni vincitore/vincitrice direttamente dall’Associazione GAI mediante bonifico bancario e secondo le modalità vincolanti indicate nella successiva lettera di attribuzione a ciascuno/a intestata.

I vincitori/le vincitrici dovranno sottoscrivere l'accettazione della borsa entro 15 giorni dalla ricezione della comunicazione relativa all’assegnazione.

Le borse consistono nell'assegnazione di Euro 2.300,00 (duemilatrecento/00) cadauna, al lordo di ogni onere, inclusi gli oneri fiscali e previdenziali, inclusa la copertura dei costi che i borsisti si troveranno a sostenere per lo svolgimento delle diverse fasi del cronoprogramma (viaggi, vitto, alloggi, trasporti interni, ingressi, ecc.).

Rimane a discrezione e a carico dei borsisti l’eventuale stipula di una assicurazione contro gli infortuni nel corso della ricerca.

La somma verrà corrisposta ai borsisti in due tranche, ognuna pari al 50% del totale. Le erogazioni saranno effettuate all’avvio di ciascuna delle due fasi di residenza, con impegno a svolgere l’intero programma previsto dal progetto Panorami contemporanei e luoghi in trasformazione (vedi punti 7 e 9), al termine del quale ciascun beneficiario dovrà stilare un Resoconto delle presenze durante il periodo di residenza artistica insieme ad una relazione descrittiva dell’esperienza e dei lavori artistici realizzati.

Il mancato rispetto delle condizioni sin qui descritte comporterà l'annullamento della borsa e la restituzione del compenso già percepito.

 

15. DIRITTI E UTILIZZO DELLE OPERE

  1. I vincitori/le vincitrici metteranno a disposizione degli Enti Promotori, a titolo gratuito, le opere prodotte a seguito delle Residenze sia per la realizzazione della mostra finale sia per eventuali ulteriori eventi espositivi e divulgativi collegati all’iniziativa che dovessero svolgersi nell’arco dei successivi 2 anni.

  2. I vincitori/le vincitrici metteranno a disposizione degli Enti Promotori, a titolo gratuito, i file digitali delle opere, in alta risoluzione e liberi da diritti, per usi connessi alla promozione e divulgazione dell’iniziativa (es. mostre, pubblicazioni, materiali illustrativi, gallery online, etc).

  3. La proprietà intellettuale e il copyright delle opere realizzate spettano ai vincitori/alle vincitrici, fatto salvo quanto indicato nel presente articolo.

  4. Le opere realizzate per la mostra finale rimarranno di proprietà del vincitore/della vincitrice che ne tornerà in possesso a conclusione degli eventi espositivi e divulgativi promossi dagli Enti Promotori che si impegneranno, ove possibile, a favorire iniziative di visibilità sul progetto “Residenze di Fotografia in Italia II edizione” e sui lavori realizzati. Il ritiro delle opere è a carico degli autori/delle autrici.

  5. Gli Enti Promotori si riservano il diritto di riprodurre, presentare e pubblicare integralmente o in parte le immagini delle opere, senza alcun onere ulteriore, per tutti gli scopi sopra elencati di promozione, diffusione, comunicazione dell’iniziativa in oggetto e delle opere stesse. I suddetti utilizzi saranno a discrezione dei Promotori e il vincitore/la vincitrice non potrà esigere alcun compenso o avanzare qualsiasi altra pretesa.

  6. I vincitori/le vincitrici avranno diritto garantito alla citazione del proprio nome quali autori/autrici dell’opera in occasione di tutte le forme di utilizzo.

  7. Gli Enti Promotori garantiscono ai vincitori/alle vincitrici di rispettare l’autorialità delle opere consegnate e di non effettuare interventi che ne alterino la natura originale.

  8. Gli Enti Promotori si riservano il diritto di insindacabilità sulle scelte curatoriali per la mostra finale delle opere dei vincitori/delle vincitrici del Concorso.

  9. Gli Enti Promotori declinano qualsiasi responsabilità sull’utilizzo, da parte del vincitore/della vincitrice, di opere realizzate da terzi coperte da copyright o altri diritti, senza l’autorizzazione dell’autore originario.

 

16. REGOLE GENERALI

  1. La partecipazione al Concorso implica automaticamente l’incondizionata accettazione, da parte dei candidati/delle candidate, di tutte le condizioni, procedure e criteri stabiliti dal presente Bando.

  2. La partecipazione al Concorso è libera e gratuita e non prevede costi di iscrizione.

  3. La copia dei documenti di identità dei candidati/delle candidate vale come autocertificazione della titolarità e veridicità di quanto inviato.

  4. Gli Enti Promotori non si assumono responsabilità per materiali e/o documenti spediti e non pervenuti né per qualsiasi problema o circostanza che possa inibire lo svolgimento o la partecipazione al Concorso, compresi eventuali problemi tecnici e/o tecnologici.

  5. Gli Enti Promotori si riservano il diritto insindacabile di prorogare la scadenza del Concorso o di riaprirlo, ovvero di revocare il Concorso già bandito.

  6. Gli Enti Promotori si riservano il diritto di decidere su questioni non previste dal presente Bando.

  7. La traduzione del presente Bando in una qualsiasi lingua ha solamente valore informativo, in caso di controversia farà fede il testo in italiano.

  8. Non verranno fornite valutazioni preventive sull’ammissibilità delle candidature o sull’esito della selezione.

  9. L’organizzazione declina qualsiasi responsabilità sull’utilizzo di materiale coperto da copyright o altri diritti.

  10. Artisti e artiste, con la partecipazione al Concorso, autorizzano l’uso di immagini/video delle opere inviate con la candidatura per la promozione del progetto, la comunicazione istituzionale e le pubblicazioni legate all’iniziativa.

  11. I vincitori/le vincitrici della selezione autorizzeranno l’uso di immagini/video realizzati durante il periodo di lavoro e residenza per la promozione del progetto, la comunicazione istituzionale e le pubblicazioni legate all’iniziativa.

  12. I dati raccolti saranno trattati, anche con strumenti informatici, nel rispetto della disciplina di cui al Regolamento UE 2016/679, secondo le modalità e per le finalità indicate nell'informativa consultabile sul sito www.giovaniartisti.it

  13. La comunicazione dei dati personali è obbligatoria per la partecipazione al Concorso.

 

17. INFORMAZIONI

Eventuali richieste di chiarimenti dovranno pervenire esclusivamente tramite posta elettronica all'indirizzo gai [at] comune [dot] torino [dot] it entro la settimana antecedente la scadenza del Bando.

Le risposte alle domande pervenute verranno periodicamente pubblicate sul sito www.giovaniartisti.it a disposizione di tutti gli interessati.

L’organizzazione invierà ai partecipanti eventuali comunicazioni riguardanti le fasi del Concorso tramite email. Si raccomanda di fornire un indirizzo e-mail reale e attivo.

 

www.giovaniartisti.it
www.mufoco.org
www.comune.milano.it


PUBBLICATO IN DATA 29.11.2019