1/2 - 2/2

1/2 - 2/2

performance interattiva - foto - video

Montespertoli - Firenze

 

Tiziana Contino mette in scena un happening, un’improvvisazione che risponde ad una sorta di teatro totale a cui sono sollecitati a partecipare gli avventori dei bar di Montespertoli. Misurando le proprie capacità' di comunicazione, l’artista coinvolge l‘Altro ad una riflessione, ad un ragionamento rispondendo al quesito: “Cosa salveresti come testimonianza del nostro passaggio nel mondo?”. Ogni qual volta l’artista entra in un nuovo spazio lo scenario cambia, approccia un cliente, gli offre un caffé – elemento socializzante d’eccellenza nel costume mediterraneo - per meglio cogliere i segnali del suo stato d’animo, captarne le spie emozionali e leggere anche nelle pieghe del comunicare non verbale, fattori indispensabili all’elaborazione del proprio agire e re-agire. Un’agenda moleskine entra in gioco, le sue pagine divengono un supporto prezioso per custodire le riflessioni di ognuno, riflessioni che si susseguono anonime, senza soluzione di continuità, scritte di pugno dall’avventore. La vita di ognuno è un valore etico, il pensiero individuale come personale visione del mondo e dell’esperienza di vita sono invece ciò che concorrono a dar senso alla nozione di identità. L’Altro da sé, l’individuo, la Persona, è ciò che Tiziana Contino salverebbe da ogni possibile distruzione.

 

                                                                  testo di Fiammetta Strigoli